Le leggende del rock in campo per i rifugiati

1' di lettura

 

Keith Richards, Robert Plant, Bruce Springsteen e Sting sono tra i protagonisti di un nuovo video della campagna “We are not Afraid”, che si batte contro la violenza religiosa e politica, i proventi saranno donati all'Human Rights Watch (HRW)  e all'International Rescue Committee (IRC) 

Le leggende del rock scendono in campo in sostegno dei rifugiati. Keith Richards, Robert Plant e Bruce Springsteen sono solo alcune delle star che hanno preso parte ad un video della campagna “We are not afraid” ("Non abbiamo paura") nata per per dire basta alla violenza e al terrorismo religioso e politico.

 

Il video- Nel filmato musicisti come Ringo Starr, Peter Gabriel e Sting, ma anche attori come Robert De Niro e Susan Sarandon mostrano in favore di camera un cartello con la scritta appunto “We are not afraid”. Sullo schermo appaiono anche citazioni di esponenti della politica come Hillary Clinton e Madeleine Albright e dello scrittore Salman Rushdie, che ha subito per anni la persecuzione del fanatismo religioso. Il video è stato diretto dall'ex membro dei 10cc Kevin Godley, mentre la canzone che fa da colonna sonora, anch'essa intitolata “We are not afraid” è del cantante nigeriano Majek Fashek'.

 


 

 

La campagna-  Alla campagna “We are not Afraid” hanno aderito 175 artisti internazionali con lo scopo di raccogliere fondi in favore dei rifugiati. "L'idea del progetto 'We Are Not Afraid' scaturisce dall'aumento della violenza insensata che colpisce i cittadini di questo mondo, e dal desiderio di fare la differenza informando sul tema e facendo conoscere le organizzazioni che aiutano le vittime”, scrive il creatore della campagna Steve Weitzman sul sito ufficiale dell'iniziativa."Nelle decine di raduni in supporto delle vittime che hanno fatto seguito agli attacchi terroristici nel mondo, la gente si è fatta vedere tenendo in mano cartelli con la scritta "NOT AFRAID", e sono state proprio quelle immagini ad ispirarci" si legge ancora. Tutti i proventi della campagna saranno devoluti alla Human Rights Watch (HRW) e all' International Rescue Committee (IRC).

 

Leggi tutto