Premio Nobel, Bob Dylan rompe il silenzio: "Senza parole"

1' di lettura

La rockstar ha chiamato Sara Danius, la segretaria permanente del premio, per dire che "apprezza molto l'onore ricevuto". E in un'intervista esclusiva al Daily Telegraph dice enigmatico: "Andrò alla cerimonia di consegna, se potrò"

Bob Dylan rompe il silenzio e fa sapere di essere rimasto "senza parole" all'annuncio di aver ricevuto il Nobel per la Letteratura. Lo ha riferito in un comunicato la Fondazione di Stoccolma che il 13 ottobre ha premiato il cantante "per aver creato nuove espressioni poetiche all'interno della grande tradizione della canzone americana".  La Fondazione Nobel ha detto che Dylan ha chiamato Sara Danius, la segretaria permanente del premio, per dire che la notizia lo ha lasciato "senza parole". Il cantante ha aggiunto che "apprezza molto l'onore ricevuto" e che "certamente" accetta il premio.

 

Al Daily Telegraph: "Andrò alla cerimonia, se potrò"  - E dopo due settimana di silenzio il cantante ha deciso di parlare in "esclusiva mondiale" anche con il Daily Telegraph, cui ha detto: "A Stoccolma per il Nobel? Ci andrò...se posso". E la Fondazione Nobel ha confermato che nulla è stato ancora deciso su un eventuale presenza di Dylan.
Il quotidiano britannico aveva raggiunto il cantante in Oklahoma, dove si trova in tournèe, per parlare di una mostra dei suoi quadri che aprirà la prossima settimana alla Halcyon Gallery di New Bond Street a Londra. "Non è una gran bella cosa?", ha replicato l'enigmatico musicista quando gli è stata chiesta una reazione sul premio. Perché allora il lungo silenzio che lo ha fatto bollare come "maleducato e arrogante" da almeno un membro della giuria? Dylan commenta soltanto: "Beh, io sono qui".

Leggi tutto