#PressPlayForPride, su Spotify arrivano le playlist arcobaleno

Inserire immagine

Il servizio di streaming musicale - che ha da poco raggiunto quota 100 milioni di utenti - introduce Pride, una nuova categoria che raccoglie brani e hit dedicate alla comunità LGBT. Le raccolte sono realizzate (e commentate) da artisti e attivisti

 

Giugno è il mese internazionale dell’orgogoglio LGBT. Nello stesso mese è stata compiuta la più grande sparatoria di massa degli Stati Uniti proprio all’interno di un locale gay di Orlando. Così il servizio di streaming musicale ha pensato di lanciare Pride, una nuova categoria che aggrega online migliaia di canzoni a sostegno dell’amore in tutte le sue forme.

#PressPlayForPride - A realizzare le playlist (disponibili qui) e selezionare le hit che meglio traducono il messaggio di speranza, amore, rispetto e cambiamento sono artisti e personaggi pubblici sostenitori della comunità LGBTQ: ci sono Alan Cumming, Conchita Wurst, Adam Lambert, Kelly Osbourne, Rufus Wainwright, Dita Von Teese, Perez Hilton e molti altri, che hanno promosso sui social network la loro partecipazione al progetto.


Fra le migliaia di canzoni proposte dallo Spotify arcobaleno ce n’è per tutti i gusti, dalle melodie latineggianti scelte da Enrique Iglesias (che in vetta alla sua personale top 50 gay-friendly piazza Jennifer Lopez) all’hip hop e alla disco.



La playlist Pride Classics, invece, ha per protagonisti i successi di ABBA, Village People, Cher e compagni. Tuttavia le hit della categoria più ascoltate in streaming sono “Born This Way” di Lady Gaga, “Toxic” di Britney Spears e “Believe” di Cher, seguite a ruota da Diana Ross con la sua “I’m Coming Out” e Beyoncé con “Run the World (Girls)”.



100 milioni di utenti - “Abbiamo creato #PressPlayForPride perché siamo una compagnia che celebra la diversità e crea contenuti in cui i nostri ascoltatori possono identificarsi”, ha spiegato Isa Notermans dal team di Spotify. Il lancio del nuovo canale arriva proprio mentre il portale di streaming musicale sfonda il muro dei 100 milioni di utenti attivi al mese, contro i 75 milioni dello scorso anno. Il record arriva tre mesi dopo avere raggiunto i 30 milioni di abbonati a pagamento.

TAG: