Musei, ecco i nuovi direttori: 7 su 20 sono stranieri

1' di lettura

Si è conclusa la procedura di selezione internazionale prevista dalla riforma Franceschini. Il ministro: "Si volta pagina". L'età media dei vincitori è di 50 anni. Le donne sono 10. Quattro, invece gli italiani che tornano dall'estero. Il tedesco Eike Schmidt, 47 anni, guiderà gli Uffizi

"Si volta pagina" aveva anticipato il ministro dei Beni Culturali. E così, pare sia stato. Si è infatti conclusa la procedura di selezione internazionale per i direttori dei 20 principali musei italiani prevista dalla "riforma Franceschini". Sette su venti sono stranieri. A partire dal nuovo responsabile degli Uffizi. Per guidare la celeberrima galleria il ministro ha scelto un tedesco, Eike Schmidt, 47 anni, esperto di arte fiorentina di fama internazionale.


Identikit del direttore - L'età media dei vincitori è di 50 anni. Su 20, 10 sono uomini e 10 sono donne. Gli stranieri, tutti cittadini UE, sono 7 (3 tedeschi, 2 austriaci, 1 britannico e 1 francese), gli italiani che tornano dall'estero sono 4 (Bagnoli, Gennari Santori e D'Agostino che rientrano dagli Stati Uniti e Degl'Innocenti dalla Francia). Quanto alle professioni: 14 storici dell'arte, 4 archeologi, 1 museologo/manager culturale e 1 manager culturale. Nominata anche un'interna del ministero. "Davvero con queste 20 nomine di così grande levatura scientifica internazionale il sistema museale italiano volta pagina e recupera un ritardo di decenni", ha dichiarato il ministro Franceschini che sottolinea come la Commissione presieduta da Paolo Baratta "ha fatto un grande lavoro ed ha offerto al Direttore Generale dei Musei del Mibact, Ugo Soragni, e a me la possibilità di scegliere in terne di assoluto valore. I nuovi direttori sono italiani, stranieri e italiani che tornano nel nostro Paese dopo esperienze di direzione all'estero".

 

L'intervista di Sky TG24 al ministro Franceschini:

 

Leggi tutto