GIF-art, quando l’immagine in loop è un’opera d’arte. STORIFY

1' di lettura

Non solo espressioni divertenti o screenshot di programmi tv. Sempre più artisti realizzano illustrazioni animate con forti tratti creativi. E alcuni di loro iniziano a farne anche una professione, come il sedicenne Philip Intile, fondatore del GIF Artists Collective

Le GIF, immagini animate che scorrono in loop, esistono dalla preistoria del web. Ma negli ultimi anni, grazie all’esplosione dei social media, hanno conosciuto una seconda vita. Come ha scritto Wired Usa, le GIF “sono l’ingrediente fondamentale per riassumere uno show televisivo, il format del momento per gli artisti su Tumblr, la scorciatoia per le conversazioni su Twitter. Nel loro insieme, catturano alla perfezione lo spirito dell’attuale era di internet in cui siamo immersi, bizzarra e con deficit da attenzione: l’era di Buzzfeed”. 

 

Proprio la webzine statunitense, sempre più popolare tra i giovanissimi, ha fatto delle immagini in loop un elemento irrinunciabile dei propri articoli e liste. Soprattutto nel formato “reazione”, per riassumere cioè un particolare stato d’animo prendendolo in prestito dalla sequenza di film, una serie tv o uno show televisivo.

Accanto a questo utilizzo più pop, negli ultimi anni è però emerso anche un lato più creativo delle GIF. Spesso si tratta delle opere di illustratori di professione che, oltre alle immagini statiche, ne realizzano anche in movimento. Ma più spesso ancora si tratta di artisti del tutto nativi digitali. Come nel caso di Pi-Slices, sedicenne  di cui di recente il Washington Post ha pubblicato un interessante profilo. Oltre che uno degli artisti di GIF più seguiti su Tumblr, Philip Intile, questo il suo vero nome, è anche il fondatore del GIF Artists Collective, un collettivo che vuole dare risalto agli utenti che usano questo formato in maniera più originale e creativa. 

 

In tutto ciò lo stesso Philip Intile sta pensando di trasformare in una professione il suo talento: come alcuni colleghi più affermati, ha iniziato a vendere le sue animazioni a grandi brand, case di produzione e siti online.

 

Insieme a lui, c’è tutta una generazione di GIF-artist che sta lentamente emergendo grazie alle commissioni di testate come The New York Times o Wired: da Robin Davey a Rebecca Mock, passando per Jonah Nigro, Miguel Co e Guillaume Kurkdjian, abbiamo raccolto alcune delle loro migliori opere in questo STORIFY.

 

Leggi tutto