Il ragionier Ugo Fantozzi compie 40 anni. Guarda i video

1' di lettura

Il 27 marzo 1975 usciva il primo film con protagonista lo sfortunato personaggio interpretato da Paolo Villaggio. Una serie di disavventure, personaggi e battute che ancora oggi fanno parte dell'immaginario collettivo degli italiani

Nasce come personaggio televisivo, nel 1968. Due anni dopo esordisce in libreria con un volume che diventa un best seller. Ma è il 27 gennaio 1975, con l'arrivo nei cinema, che il personaggio Fantozzi entra definitivamente nell'immaginario degli italiani. Quarant'anni fa, infatti, usciva il primo di una lunga serie di film interpretati da Paolo Villaggio (il suo ricordo a Sky TG24: guarda il video). Un successo firmato da Luciano Salce.

Il ragioniere e i personaggi -
La saga del ragioniere, prototipo dell'impiegato pubblico sfortunato, è costellata di personaggi surreali, grotteschi ed esilaranti: dalla moglie Pina (prima Liù Bosisio, poi Milena Vukotic), definita “una specie di curioso animale domestico”, all'orrenda figlia Mariangela, fino al ragionier Filini, organizzatore di improbabili appuntamenti come la tradizionale partita a calcio “scapoli-ammogliati”.

"Una certa realtà italiana" -
“Non è il caso di esagerare, ma Fantozzi era geniale, poche storie”, ha scritto a proposito del libro Alessandro Baricco nella sua rubrica sulle migliori cinquanta letture dell’ultimo decennio: “Rispecchia una certa realtà italiana, ma soprattutto la deforma alla grande, la ridisegna con genio surrealista, e sostanzialmente la restituisce inservibile, quindi preziosissima: una visione”.

Le scene più belle

L'arrivo a Courmayeur



La partita a tennis




Il Capodanno




La partita di biliardo


Leggi tutto