Addio a Talus Taylor, creatore dei Barbapapà

1' di lettura

E' morto a 82 anni il disegnatore di uno dei cartoni animati più noti. Ad ispirare la famosa serie, creata nel 1970 insieme alla moglie Anette, sarebbe stato lo zucchero filato. A cantare la sigla iniziale, nella versione italiana, Roberto Vecchioni

E' morto a Parigi all'età di 82 anni Talus Taylor, il disegnatore americano creatore insieme alla moglie francese Annette Tison del fortunato cartone animato dei Barbapapà. Taylor è deceduto il 19 febbraio, ma la notizia è stata diffusa soltanto il 2 marzo dai media francesi.


Ispirati dallo zucchero filato - I Barpapapà, le avventure della famiglia composta da Barbapapà, Barbamamma e i loro sette figli con una forte sensibilità ecologista e animalista, furono inventati nel 1970 da Taylor e dalla consorte ispirandosi allo zucchero filato. La coppia ideò i personaggi colorati e di forma mutevole passeggiando nei giardini di Lussemburgo, a Parigi: in quell'occasione un bambino chiese ai genitori di comprargli un "Baa baa baa baa", intendendo "barbe a papa" che in francese significa zucchero filato. Poco dopo Talus e Annette si ritrovarono a disegnare sulla tovaglia di un ristorante un personaggio dal colore rosa e rotondo.

Difensori dell'ambiente - I Barbapapà sono difensori dell'ambiente e si prodigano per la salvaguardia degli spazi verdi e la protezione degli animali, al punto da costruire un'Arca di Noè per portarli in salvo dall'inquinamento dell'uomo.

La sigla - Nella versione italiana, la sigla iniziale era cantata da Roberto Vecchioni insieme al coro Le Mele Verdi, formato da soli bambini. VIDEO


Leggi tutto