"La teoria del tutto": la vita di Hawking diventa un film

1' di lettura

Al cinema dal 15 gennaio la pellicola del premio Oscar James Marsh sulla vita del genio della fisica: dall'incontro con la futura moglie a Cambridge, negli anni Sessanta, alla diagnosi della malattia che lo colpirà a soli 21 anni. GUARDA LA CLIP

Il suo nome, il suo volto e la sua voce, sintetizzata da un computer, sono ormai un'icona della cultura pop. Sono stati protagonisti di episodi dei Simpson e di Star Trek così come di canzoni dei Pink Floyd. Ora la vita di Stephen Hawking, il più brillante e celebrato fisico dei nostri tempi, diventa un film. Si chiama La teoria del tutto ed arriverà nei cinema il 15 gennaio. Basato sul libro di memorie di Jane Hawking (Travelling to Infinity: My Life with Stephen), è diretto dal premio Oscar James Marsh (Man on Wire – Un uomo tra le Torri). Lo stesso fisico ha visitato il set durante le riprese (guarda la clip esclusiva in alto - il trailer).

La trama -
La storia inizia nel 1963 a Cambridge quando l'allora studente di cosmologia incontra la sua futura moglie. Ma a soli 21 anni Hawking riceve una diagnosi sconvolgente: una malattia del motoneurone colpirà i suoi arti, lasciandolo con limitate capacità motorie e linguistiche. Una condizione che non impedirà al protagonista di affermarsi negli studi e di sposare la donna della sua vita.

Le nomination ai Golden Globe -
Nei giorni scorsi ha ricevuto 4 nomination ai prossimi Golden Globes per il miglior film drammatico, per il miglior attore protagonista in un film drammatico (Eddie Redmayne), per la miglior attrice protagonista in un film drammatico (Felicity Jones) e la miglior colonna sonora.

Leggi tutto