U2 e il regalo forzato del nuovo album. Bono si scusa

1' di lettura

Dopo le polemiche per Songs of Innocence, scaricato in automatico su tutti i dispositivi Apple, la band ammette: “Ci siamo fatti un po' trasportare”. E aggiunge: “Avevamo paura che le canzoni non venissero ascoltate”

Per alcuni è stato un regalo gradito, per altri una fastidiosa intrusione. A distanza di un mese dalla presentazione del nuovo disco Songs of Innocence, gli U2 si scusano con gli utenti Apple che si sono ritrovati nella propria libreria iTunes l'album. L'iniziativa era stata presentata durante il lancio dell'iPhone 6. "Mi scuso. Ho avuto questa bella idea e ci siamo fatti un po' trasportare", dice Bono in una intervista su Facebook, in cui ha risposto alle domande degli utenti.

“C'è un po' di megalomania” -
"Gli artisti con un pizzico di ironia - aggiunge il frontman della band - sono inclini a queste cose, c'è un po' di megalomania, un tocco di generosità, un pizzico di auto-promozione e la paura che le canzoni alle quali abbiamo dedicato la vita negli ultimi anni non siano ascoltate".

Guarda l'intervista su Facebook

Post by U2.


Le polemiche -
Dopo il lancio mondiale, non tutti hanno gradito il regalo forzato del disco tanto che Apple ha aperto una pagina dedicata per rimuovere i brani dai dispositivi. L'azienda di Cupertino ha pagato gli U2 e la casa discografica per ottenere il “regalo” in esclusiva. Un nuovo esperimento di musica digitale che potrebbe aprire nuove strade. Nonostante le polemiche, il colosso tecnologico ha distribuito 26 milioni di download; l'album è stato inoltre ascoltato da oltre 81 milioni di utenti tramite iTunes, iTunes Radio e Beats Music.

Leggi tutto