Harry, Sally e quell'orgasmo celebre nella storia del cinema

Particolare della copertina dell'autobiografia di Billy Crystal edita da Sperling & Kupfer
1' di lettura

Nella sua autobiografia (edita da Sperling & Kupfer), Billy Crystal racconta diversi aneddoti della sua carriera di attore e anchorman, tra cui il backstage della scena con Meg Ryan in uno dei suoi film più noti. Leggi l'estratto e guarda il video

di Billy Crystal

Quando ci sentimmo al telefono la sera prima della scena dell’orgasmo al Katz’s Deli, Meg era nervosa. Dopo le riprese spesso ci scambiavamo impressioni al telefono, proprio come avrebbero fatto Harry e Sally, commentando com’era andata la giornata e che cosa ci aspettavamo da quella successiva.
La scena la preoccupava perché in teoria quel giorno avrebbe dovuto avere un orgasmo per trenta o quaranta volte. Avrebbe cioè uguagliato il mio record delle medie. Cercai di tranquillizzarla in ogni modo, anche se a essere sincero, essendo quello che le stava seduto di fronte a tavola, non vedevo l’ora di girare. La mattina dopo ci trovammo sul set e facemmo una rapida prova. Meg era agitata e non era convinta di com’era vestita, perciò alla fine si infilò uno dei miei maglioni. Quando Barry Sonnenfeld, il nostro straordinario direttore della fotografia, ebbe finito di sistemare le luci andammo sul set, dove ormai tra le comparse si era creata l’«atmosfera» (in verità non mi piace il termine «comparsa», preferisco definirli «artisti di contorno»).

A un tavolo vicino era seduta Estelle, la magnifica madre di Rob. Era lei la signora che dice: «Quello che ha preso la signorina ». Cominciammo a provare, e Meg sembrava un po’ insicura. Il primo orgasmo fu così così; in quello successivo sembrava fossimo sposati da dieci anni. Forse era nervosa perché doveva condividere il suo orgasmo con tanta gente. Rob, un po’ spazientito, la invitò a fargli posto al tavolo perché potesse mostrarle che cosa voleva da lei. Così mi ritrovai seduto di fronte quest’omone barbuto e sudaticcio pronto a eccitarsi: mi sembrava di essere a una cena galante con Sebastian Cabot, il maggiordomo di Tre nipoti e un maggiordomo.

Dopodiché Rob si esibì in un orgasmo da fare invidia a King Kong. «SÌ! SÌ! SÌ» urlava, sferrando certi pugni sul tavolo che i sottaceti volavano e l’insalata di cavolo fluttuava a mezz’aria. Una volta terminato, gli artisti di contorno applaudirono e Rob mi prese da parte.
«Ho commesso un errore», mi confidò. «Non avrei dovuto farlo.»
«Meg non se la prenderà. Non credo tu l’abbia messa in imbarazzo », lo rassicurai.
«Ma no, cos’hai capito?» replicò. «Ho appena avuto un orgasmo davanti a mia madre.»

Still Foolin’ ’Em Copyright © 2013 by Jennilind LLC All rights reserved © 2014 Sperling & Kupfer Editori S.p.A.

Tratto da Billy Crystal, Dove sono stato, dove sto andando e dove diavolo ho lasciato le chiavi?, Sperling & Kupfer, pp. 304, euro 18

L'estratto della scena raccontata da Billy Crystal e pubblicata su Youtube:


Billy Crystal è attore, comico, regista, produttore, scrittore e per nove volte ha condotto la notte degli Oscar. È stato il protagonista di numerosi film di successo, tra cui Harry ti presento Sally, Scappo dalla città e Terapie e pallottole.
Ha scritto due libri per bambini e la commedia 700 Sundays, sul rapporto con il padre, che gli è valsa il Tony Award e che poi è diventata un libro.
In passato ha fatto parte del cast del celebre programma comico televisivo Saturday Night Live, ha vinto sei Emmy e ha ricevuto il Mark Twain Prize, il massimo riconoscimento riservato agli esponenti della comicità americana. Vive a Los Angeles con la moglie Janice.

Leggi tutto