Cinema, Abatantuono e Bisio sono "La gente che sta bene"

1' di lettura

Arriva il 30 gennaio il nuovo film diretto da Francesco Patierno. Tra i protagonisti anche Margherita Buy. Il comico piemontese: "La sceneggiatura era una partitura musicale ma noi da bravi improvvisatori abbiamo sviato ogni tanto"

Tra commedia e dramma arriva in sala dal 30 gennaio in 300 copie distribuite da 01 'La gente che sta bene' di Francesco Patierno. Siamo nella Milano 'da bere' contemporanea, ma in piena crisi economica.
Qui l'avvocato d'affari Umberto Dorloni (Claudio Bisio), cinico e spietato quanto basta, è tutto in brodo di giuggiole per il suo personale successo. Tra interviste tv (il film inizia con un incontro con Maria Latella) e salotti bene, Umberto, con tanto di moglie (Margherita Buy) e figli sembra del tutto felice, ma il vento della crisi gli gira contro e lui non è uno che molla.

Licenziato dallo studio prestigioso in cui lavora, gli si apre, inaspettatamente, un'occasione ancora più grande: quella di approdare in un megastudio internazionale grazie all'amicizia di un vero pescecane del Foro, Patrizio Azzesi (Diego Abatantuono nel più cattivo dei ruoli). Ma, come anticipato, le cose non andranno bene per l'avvocato-Bisio, tutto supponenza e voglia di essere.
Uno che trascura una moglie piena di quel talento che lui non ha mai avuto, un vigliacchetto all'italiana, come nella migliore tradizione di molti personaggi di Alberto Sordi.
"La sceneggiatura era una partitura musicale - ha detto Claudio Bisio a Sky TG24 - ma noi da bravi improvvisatori abbiamo sviato ogni tanto".

Leggi tutto