Da Leonardo a Pollock, le mostre del prossimo autunno

Con 52 fogli autografi di Leonardo da Vinci, tra cui il celeberrimo Uomo Vitruviano, prende il via il 29 agosto, alle gallerie dell'Accademia di Venezia, la grande rassegna che dopo oltre trent'anni riunisce i disegni più importanti del genio rinascimentale
1' di lettura

Da fine agosto a ottobre inoltrato sarà un susseguirsi di inaugurazioni di esposizioni. Tra le altre rassegne Antonello da Messina, Giacometti, Matisse e Bacon

A Venezia una rassegna di disegni del genio rinascimentale Leonardo da Vinci; negli spazi contemporanei del Mart di Rovereto le meraviglie quattrocentesche di Antonello da Messina; a Verona il paesaggio moderno con una selezione di capolavori di Claude Monet: queste e molte altre le mostre della nuova stagione espositiva, pronta a ripartire già a fine agosto. E nella quale non mancano rassegne sull'arte del '900, da quella italiana di de Pisis a Traversetolo (Parma) all'astrattismo americano di Pollock a Milano fino agli schizzi (erotici e non) di John Lennon a Modena.

A Venezia a fine agosto i disegni di Leonardo - Come accade ormai da qualche anno, la stagione autunnale esplode con largo anticipo, ancora in estate, forse approfittando del flusso rilevante di turisti italiani e (soprattutto) stranieri. E' così che il 29 agosto apre al pubblico a Venezia, negli spazi delle Gallerie dell'Accademia, una delle mostre più attese dell'anno, dedicata a Leonardo, di cui vengono esposti ben 52 disegni tra i più famosi, a cominciare dall'Uomo Vitruviano. Curata dal direttore del Gabinetto dei Disegni delle Gallerie dell'Accademia Annalisa Perissa Torrini, Leonardo Da Vinci. L'Uomo universale è un'occasione unica per poter ammirare tutti insieme questi capolavori vinciani: i preziosissimi fogli, per la loro estrema fragilità, dopo ogni esposizione devono necessariamente ritornare, per molti anni, al buio assoluto dei caveaux climatizzati nei quali sono opportunamente custoditi.

John Lennon e Donatello - Il 31 agosto sarà la volta di Ebraicità al femminile al Centro Culturale Altinate San Gaetano di Padova, con opere di Antonietta Raphael o Adriana Pincherle, mentre il 5 settembre si potrà ammirare al Serrone della Villa Reale di Monza una selezione di lavori (di Morlotti, Fontana, Melotti, Manzù, Munari) del Maga di Gallarate a sette mesi dall'incendio che ha reso inagibile il museo.
Per entrare nel vivo della nuova stagione espositiva, bisogna aspettare però metà settembre, quando prenderanno il via rassegne di sicuro richiamo. Come quella che alla Galleria Civica di Modena dal 13 settembre racconterà il multiforme talento di John Lennon, testimoniato qui anche dai suoi disegni, in particolare quelli della Bag One, serie ideata dal cantante per la moglie Yoko Ono, in cui sono ricordati i momenti salienti delle nozze, dallo scambio degli anelli all'intimità decisamente osé della coppia (LE FOTO). Sempre il 13 settembre inaugurerà alla Fondazione Magnani Rocca di Traversetolo (Parma) la mostra Filippo de Pisis en voyage, Roma, Parigi, Londra, Milano, Venezia che attraverso opere provenienti da importanti collezioni esplorerà il carattere cosmopolita del grande pittore ferrarese.

Antichi maestri a Prato, Zurbaran a Ferrara - Antichi maestri invece a Prato per la riapertura degli spazi espositivi di Palazzo Pretorio, che inaugura il 14 settembre con Da Donatello a Lippi. Officina Pratese. Dai maggiori musei arriveranno nella sede del Museo Civico 70 capolavori di celebrati artisti quali Donatello, Filippo e Filippino Lippi, Paolo Uccello, Fra Diamante, che proprio nella città toscana tra il 1430 e il 1460 sperimentarono un innovativo linguaggio espressivo, alla base della Rinascenza. Al Palazzo dei Diamanti di Ferrara ecco quindi (sempre nella stessa data) Zurbaran (1598-1664), prima monografica italiana dedicata al Caravaggio spagnolo, spirituale e sontuoso nei monumentali ritratti dei santi, nelle scene religiose, nelle nature morte o nei paesaggi.

Pollock a Milano - Settembre si chiude con le grandi mostre milanesi di Palazzo Reale: il 24 Pollock e gli irascibili. La scuola di New York, (oltre 60 capolavori provenienti dal Whitney Museum di New York, che lascerà eccezionalmente viaggiare l'opera Number 27 dell'inventore del dripping); il 25 Il volto del '900 da Matisse a Bacon, capolavori dal Centre Pompidou (80 opere di artisti, tra cui Matisse, Bacon, Mirò, Leger, de Chirico, Picasso, Giacometti).

Ottobre tra Seicento e Novecento - Avvio scoppiettante di ottobre, che il 4 vede a Roma Cezanne e gli artisti italiani del XX secolo al Complesso del Vittoriano. Il 5 torna una grande antologica sul genio di Antonello da Messina, allestita al Mart di Rovereto, che farà dialogare i ritratti del pittore rinascimentale con quelli novecenteschi del museo trentino. Tra i dipinti esposti, figureranno Il Ritratto d'uomo appena restaurato e prestato dal Philadelphia Museum of art, il Salvator Mundi della National Gallery di Londra, la Madonna Benson dalla National Gallery di Washington.
Ecco quindi un susseguirsi di inaugurazioni: l'11 a Palazzo delle Esposizioni Gli anni '70. Arte a Roma, il 17 a Palazzo Reale di Milano Rodin. Il Marmo, la Vita (che il 24 ospiterà anche Warhol. Dalla collezione di Peter Brant) e sempre nella capitale, alle Scuderie del Quirinale, la grande mostra sull'Imperatore Augusto. Sicuramente un blockbuster della prossima stagione, Verso Monet. Storia del paesaggio dal Seicento al Novecento si aprirà infine il 26 ottobre alla Gran Guardia di Verona. Prodotta e curata da Marco Goldin, la rassegna riunirà oltre 90 dipinti proventi dai musei di tutto il mondo, realizzate tra gli altri da Poussin, Canaletto, Turner, Renoir, Sisley, Pissarro, Degas, Van Gogh, Gauguin e Cezanne. Di Manet saranno allestiti addirittura venti capolavori, una mostra nella mostra.

Leggi tutto