Addio a Richie Havens, stella di Woodstock

Richie Havens durante un concerto nel 2009 (Getty)
1' di lettura

Il cantante e chitarrista americano è morto a 72 anni. Con Freedom è stato il primo artista a salire sul palco dello storico festival, nel 1969. Nel 1993 ha suonato al concerto in onore dell'inaugurazione della presidenza di Bill Clinton

Il cantante e musicista folk, rock e funk americano Richie Havens, che per primo suonò sul palco di Woodstock nel 1969, è morto lunedì 22 aprile nella sua casa di Jersey City, in New Jersey, a causa di un infarto. Fra le sue interpretazioni più famose Freedom, versione del gospel Motherless Child, che diventò un inno della beat generation. Era nato 72 anni fa a New York.

La fama di Richie Havens cominciò dal Greenwich Village, negli anni '60, e si consolidò definitivamente nel Festival di Woodstock. Nel 1993 suonò al concerto in onore dell'inaugurazione della presidenza di Bill Clinton. In diverse occasioni cantò in concerti di beneficienza, e fu anche promotore di iniziative in difesa dei più deboli. Nel 2003, il National Music Council lo insignì dell' American Eagle Award per il suo ruolo nella storia della musica americana e in quanto "voce rara e ispirata voce di eloquenza, integrità e responsabilità sociale".

Richie Havens canta Freedom a Woodstock nel 1969

Leggi tutto