Fiorello saluta Califano: "Ci siamo divertiti molto"

1' di lettura

Tra i primi ad omaggiare il Califfo alla Protomoteca in Campidoglio c'è il suo più grande imitatore. "Sono qui in mezzo al suo pubblico. Perché alla fine io ero un suo fan". FOTO e VIDEO

Fiorello, che con le sue imitazioni iniziate nello show 'Stasera pago io' lo aveva riportato in auge, è stato tra i primi ad arrivare alla Sala della Protomoteca in Campidoglio, dove è stata allestita la camera ardente per Franco Califano. Tante le persone in coda per omaggiare il cantautore scomparso a 75 anni che, come ripetono tutti in questi giorni, "si è goduto la vita" e ha firmato alcuni capolavori della musica italiana come 'E la chiamano estate', 'La musica è finita' e 'Minuetto' (la fotostoria).
"Ci siamo divertiti molto. Come ha detto lui stesso 'invecchierò 5 minuti prima di morire'" ricorda Fiorello. E aggiunge: "Sono qui in fila in mezzo alla sua gente perché io ero un suo fan". 

Intanto la sala della Protomoteca, aperta alle 10, è già stata visitata da centinaia di romani visibilmente commossi. Nella sala la salma del cantautore vestito proprio come un giorno qualsiasi: braccialetti, collana e camicia aperta sul petto. Il ricordo dei fan (VIDEO).


Leggi tutto