Il sogno dell’alieno, ovvero la storia di un bluff. VIDEO

1' di lettura

Su Sky Cinema Hd va in onda il film che racconta come si può costruire a tavolino un movimento che attiri l’attenzione di media e politici (alcuni hanno anche firmato una finta agenda programmatica). Con azioni spettacolari e idee surreali

Può un movimento creato a tavolino, fatto più di apparenza che di sostanza, attirare l’attenzione di media, pubblico e politici? Sì, può. Ed è tutto documentato nel film “Il sogno dell’alieno – Storia di un grande bluff”, in onda martedì 19 febbraio alle 21.10 su Sky Cinema 1.

L’obiettivo del regista, Alberto d’Onofrio, era quello di dimostrare come fosse semplice portare alla ribalta un progetto artificioso, scritto e inventato a tavolino, e farlo diventare sempre più “reale”, tanto da essere inseguito e corteggiato dalla politica "vera" che ne vede un’opportunità di visibilità. Quattro attori, per oltre un anno, hanno finto di essere un gruppo con un sogno in comune: cambiare l’Italia. Hanno messo in scena azioni spettacolari studiate appositamente per fare rumore. Hanno così ottenuto ascolto e risalto con una “piattaforma” di proposte che unisce banalità e idee singolari, come per esempio vendere il Colosseo ai Cinesi. Di loro si sono accorti tv, giornali, possibili elettori e politici. Alcuni esponenti dei maggiori partiti hanno persino firmato una finta agenda programmatica. Solo poche persone, fra tutte quelle che sono entrate in contatto con “gli alieni”, hanno tentato di andare oltre l’apparenza per interrogarsi sulla sostanza delle loro proposte.

Leggi tutto