Oscar, Lincoln fa incetta di nomination

1' di lettura

Il film di Spielberg ottiene 12 candidature. Unico italiano in gara Dario Marianelli per le musiche di Anna Karenina. Record di età tra le attrici: Emmanuelle Riva (85 anni) è la candidata più anziana di sempre, Quvenzhané Wallis (9 anni) la più giovane

Lincoln, con 12 candidature è il film che vince la gara delle nomination agli Oscar, seguito da Vita di Pi, con 11 candidature, Les Miserables e Il lato positivo - Silver Linings Playbook, entrambi con 8, e Argo con 7; 5 candidature per Skyfall, Amour, Django Unchained e Zero Dark Thirty, il film di Katherine Bigelow sulla morte di Osama Bin Laden, 4 per Anna Karenina e Beast of the Southern Wild, 3 per Lo Hobbit e The Master, 2 per Flight e Snow White. Unico italiano in nomination Dario Marianelli per la colonna sonora di Anna Karenina.

Nomination all'alba
- Hollywood si è svegliata all'alba per annunciare al grande pubblico le nomination in vista della 85/a edizione degli Oscar, le prestigiose statuette assegnate dalla Academy of Motion Pictures, in programma il 24 febbraio e trasmesse da Sky Cinema. Emma Stone e Seth MacFarlane hanno agito da cerimonieri, pronunciando uno a uno coloro che sono entrati nel lotto dei possibili vincitori. Fra i registi L'Academy ha scelto nelle nomination per gli Oscar: Michael Haneke per Amour; Benh Zeitlin per Beasts of the Southern Wild; Ang Lee per Vita di Pi; Steven Spielberg per Lincoln; David O. Russell per Il lato positivo - Silver Linings Playbook.

Le candidate più anziana e più giovane di sempre - Daniel Day-Lewis  ottiene con Lincoln la quinta nomination in carriera - ha vinto due  volte: con Il mio piede sinistro e Il Petroliere - e sfiderà tra  gli attori protagonisti Denzel Washinghton (Flight), Bradley Cooper  (Silver Linings Playbook), Hugh Jackman (Les Miserables) e Joaquin Phoenix (The Master); tra le attrici protagoniste Emmanuelle Riva (Amour) ottiene la prima candidatura agli Oscar e stabilisce già un record: è la più vecchia interprete della storia a gareggiare per la statuetta. Se, infatti, il prossimo 24 febbraio, giorno della  premiazione degli Oscar, dovesse vincere, festeggerebbe con la statuetta il suo 86esimo compleanno. Di contro Quvenzhané Wallis  (candidata per Beasts of the Souther Wild) diventa a nove anni la più giovane attrice candidata all'Oscar. Una sfida generazionale, che contempla anche l'età di mezzo: Naomi Watts (The Impossible),  Jessica Chastain (Zero Dark Thirty) e Jennifer Lawrence (Silver  Linings Playbook).

I non protagonisti - Ventuno anni dopo la nomination per Cape Fear e 32 anni dopo l'ultima statuetta per Toro Scatenato, Robert De Niro (Silver Linings Playbook) è nuovamente in lizza per un Oscar, con la seconda candidatura in carriera tra gli attori non protagonisti (dopo quella ottenuta nel '76 per Il padrino - Parte II), dove se la vedrà con  Alan Arkin (Argo), Philip Seymour Hoffman (The Master), Tommy Lee Jones (Lincoln) e Christoph Waltz (Django Unchained). Prima  nomination in carriera nella categoria delle attrici protagoniste  anche per Jessica Chastain (Zero dark Thirty). 6 minuti di performance in Les Miserables sono bastati ad Anne Hathaway per entrare nella cinquina delle attrici non protagoniste, dove figurano  anche Amy Adams (The Master), Sally Field (Lincoln), Helen Hunt  (The Sessions) e Jacki Weaver (Silver Linings Playbook).

L'unico italiano in gara
- Dario Marianelli, il compositore gia' premio Oscar per Espiazione, il film di Joe Wright del 2007, e' l'unico italiano ad aver ottenuto una candidatura all'Oscar. Gareggia per la colonna sonora originale di Anna Karenina, il film ancora una volta diretto da Joe Wright e interpretato da Keira Knightley e Jude Law. Tra i film stranieri invece Cesare deve morire dei Fratelli Taviani era già stata esclusa da tempo.  Ecco le nazioni e i film stranieri che partecipano alla corsa agli Oscar: Amour (Austria), Kon-Tiki (Norvegia), No (Cile), A Royal Affair (Danimarca) e War Witch (Canada).

Leggi tutto