Acciaio, la crisi dell'industria arriva al cinema. TRAILER

1' di lettura

Il 15 novembre esce il film di Stefano Mordini tratto dall'omonimo romanzo di Silvia Avallone. Rivelazione alla Mostra del Cinema nei giorni caldi dell'Ilva, è un impietoso ritratto della realtà delle fabbriche italiane. Guarda il video in anteprima

Dopo il successo ottenuto dal Festival di Venezia, dove era passato nella sezione Giornate degli Autori, arriva anche nelle sale, il 15 novembre, Acciaio, il film di  Stefano Mordini, tratto dall'omonimo romanzo di Silvia Avallone (Premio Campiello opera prima e finalista al Premio Strega 2010). Acciaio racconta la storia di  due ragazzine, Anna e Francesca (Matilde Giannini e Anna Bellezza) sull'isola d'Elba, alle prese con i primi turbamenti e con un futuro che si avvicina sempre più senza offrire però alcuna speranza. A fare da contraltare alla loro formazione l'impianto industriale delle acciaierie della Lucchini, dove il ciclo della fonderia non si ferma mai e dove lavora Alessio, tenacemente legato al proprio mondo. Nei ruoli principali due esordienti, Anna Bellezza e Matilde Giannini, affiancate da Michele Riondino e Vittoria Puccini. Qui sopra il trailer del film, in anteprima ed esclusiva per Sky.it

La presentazione alla Mostra del Cinema era coincisa con i momenti più caldi della questione dell'Ilva di Taranto, l'acciaieria pugliese a rischio chiusura da parte della magistratura, per l'inquinamento provocato nell'area cittadina. Inevitabile il confronto, anche se, come aveva detto l'interprete Michele Riondino (che è originario proprio di Taranto), "la Lucchini ha avuto un atteggiamento diverso sul rispetto del territorio a differenza dell'Ilva". Ora il film arriverà nelle sale nei giorni in cui si avvieranno le prime procedure per lo spegnimento degli altiforni. Entro la fine di novembre l'impianto numero uno sarà spento.

Leggi tutto