Italia loves Emilia, rock e solidarietà per i terremotati

1' di lettura

Sul palco le stelle della musica italiana. L'intero incasso del concertone al Campovolo di Reggio sarà destinato alla ricostruzione delle scuole. L'evento in diretta su Sky Primafila

Al Campovolo l'Italia ha dimostrato all'Emilia quanto le vuol bene. Tredici big della canzone uniti sotto l'unica bandiera di 'Italia Loves Emilia' hanno voluto esibirsi gratis per raccogliere fondi e aiutare un pezzo di paese messo in ginocchio dal terremoto a maggio (lo speciale di Sky.it). In 150.832 hanno risposto. Solo con i biglietti sono stati raccolti 3,75 milioni di euro. E anche Sky è scesa in campo al fianco dei terremotati: l'evento è stato trasmesso in diretta su Sky Primafila HD (canale 351), con l'acquisto di un 'biglietto televisivo' al costo di 10 euro che si aggiungeranno alla raccolta fondi.
E poi ci sono i gadget e il merchandising. I conti, hanno spiegato gli organizzatori, si chiuderanno a dicembre. L'utilizzo  dei fondi, così come tutte le spese sostenute, saranno rigidamente controllati e revisionati da un apposito ente e documentati in tempo reale sul sito ufficiale www.italialovesemilia.it.

Rock e solidarietà - Ad aprire il concertone Zucchero con un ospite straniero, il virtuosista Jeff Beck, poi Nomadi, Giorgia, Tiziano Ferro, Fiorella Mannoia, Renato Zero, Negramaro, Elisa, Claudio Baglioni, Litfiba, Biagio Antonacci, Jovanotti, Ligabue, dal cui post, pochi giorni dopo la terribile scossa del 29 maggio, tutto ha preso il via.

L'obiettivo di tutti resta infatti la gente dell'Emilia, a quello che ha provato. Come quei 1.600 terremotati arrivati sul pratone del Campovolo. Gli unici invitati gratis al concerto. E una di loro addirittura sul palco: Elisa Debbi, una ragazza incontrata nei giorni del terremoto da Biagio Antonacci a Mirandola. "Mi lesse una poesia. Era un grido di liberazione". Ha deciso di leggerlo agli oltre 150.000 del Campovolo. Per ringraziarli di aver voluto così tanto bene alla sua terra.

Leggi tutto