Tanta voglia di Dante. Su Facebook

Il blog 20 finestre sulla vita di Dante, uno degli strumenti per promuovere online l'ultima biografia del Sommo Poeta.
1' di lettura

Marco Santagata ha da poco pubblicato un romanzo sulla vita dell’autore della Divina Commedia. E ha ha deciso di promuoverlo con una fan page su Facebook, un blog e un ebook gratuito. In pochi giorni più di 15mila ‘amici’ e migliaia di libri scaricati

di Gabriele De Palma

“Pape Satan, Pape Satan Aleppe”; uno degli endecasillabi più incomprensibili della Divina Commedia deriverebbe dal grido che i doganieri nella Repubblica di Genova lanciavano a chi si avvicinasse alle porte della città (“U papè, u papè, scia sà u lè pe intrà in cittae”, ovvero “Le carte, le carte, servono per entrare in città”). È una delle tante cose che si scoprono visitando una pagina di Facebook dedicata a una recente biografia romanzata del Poeta, scritta da Marco Santagata, dantista e professore di Letteratura Italiana all'Università di Pisa, e accompagnata da una operazione di marketing 2.0 che si sta dimostrando efficace. Un ebook disponibile in formato leggibile da tutti gli e-reader da scaricare gratuitamente, anche in pdf, un blog e una fan page su Facebook. Tutti molto seguiti fin dall'esordio di fine agosto: 15mila amici, molta interazione, più di mille ebook scaricati dagli utenti.

Parcellizzazione – La cifra del progetto è quella di ridurre i contenuti in base al medium. Se nel libro – il corposo volume di cinquecento pagine 'Dante. Il romanzo della sua vita' pubblicato da Mondadori – è raccolta la versione estesa e integrale della biografia ricostruita a partire dalle testimonianze scritte dal celebre fiorentino nelle corrispondenze o nelle opere, l'ebook è una sintesi in venti brevi capitoli che danno il nome al libro digitale '20 finestre sulla vita di Dante'. Sul blog a ognuno dei venti capitoli, pieni di link alle voci della Treccani, è associato un post commentabile dai lettori e infine sulla fan page di Facebook vengono pubblicati estratti dei venti capitoli, per approfondire la discussione su singoli aspetti dell'avventurosa vita su stimolo dello stesso Santagata e di Giuseppe Indizio. E i lettori non si fanno pregare e partecipano con ricordi, domande, commenti, dimostrando ancora una volta che l'autore della Vita Nova e delle Rime suscita anche al di fuori della aule accademiche interesse e curiosità, così come accaduto per le letture autorevoli che nelle ultime decadi sono state trasmesse con ottima audience anche in tv. Mancherebbe, per completare definitivamente la parcellizzazione, anche un account Twitter in cui vengano rilanciati i contenuti in 140 caratteri...

Dante sconosciuto – Al di là del marketing, dietro al progetto c’è però la consapevolezza che, sebbene Dante sia molto popolare, di lui si sappia ancora poco, molto meno ad esempio dei due suoi coevi Petrarca e Boccaccio. “Dante è l'autore italiano più famoso nel mondo. Eppure di lui sappiamo ben poco” scrive Santagata illustrando l'iniziativa. In rete tra gli argomenti più commentati c'è la morte del Papa Celestino V e la vita coniugale di Dante con Gemma Donati; ci si accapiglia invece, in perfetto stile 2.0 sulle preferenze da accordare agli interpreti teatrali e televisivi della Divina Commedia: meglio Benigni o Sermonti, Gassman, Carmelo Bene o Giorgio Albertazzi? Insomma tra l'approfondimento culturale e il dibattito leggero, una godibile commistione di sacro e profano che ha raggiunto l'obiettivo di diffondere informazioni sul Poeta e di promuovere il libro di Santagata, che dall'operazione digitale ha beneficiato anche in cartaceo, entrando subito nella top ten settimanale della saggistica più venduta in Italia.

Leggi tutto