Notte della Taranta, Bregovic trascina oltre 100mila persone

1' di lettura

Il più grande evento di musica tradizionale in Europa ha portato migliaia di spettatori nelle vie di Melpignano. Il maestro balcanico ha mescolato la pizzica con le fanfare gitane, facendo ballare il pubblico fino all'alba

Centoventimila persone, una notte di festa. La Notte della Taranta è stata un successo, come ormai accade da quindici anni, ogni estate. Melpignano, piccolo paese in provincia di Lecce che ospita l'evento, è stato letteralmente preso d'assalto. E la lunga notte di musica e danze ha avuto un maestro concertatore d'eccezione: Goran Bregovic, il più grande musicista balcanico vivente, capace di contaminare Salento e suoni gitani, tamburelli e dialetto griko.

La pizzica e le fanfare balcaniche si sono fuse in una miscela esplosiva e istintiva, perché in fondo, per riprendere le parole di Bregovic: "Chi non diventa pazzo non è normale e un uomo che si rispetti non ha patria". E il maestro non ha snaturato la musica salentina ma anzi l'ha esaltata. Non ha tutti i torti il Wall Street Journal quando ha definisce la pizzica come "il blues del nuovo millennio". Se c'era bisogno di conferme, la Notte della Taranta andata in scena ha confermato i giudizi entusiastici che ne hanno fatto ormai un fenomeno di portata internazionale.

Leggi tutto