Bob Marley, la sua vita e musica in un film. La clip

1' di lettura

Il 26 giugno esce il documentario sul Re del reggae. Un viaggio alle radici di una delle icone pop più importanti del XX secolo, realizzato grazie ai video inediti messi a disposizione dalla famiglia del musicista. Guarda il filmato in anteprima

Per quasi mezzo secolo Bob Marley ha influenzato popolazioni diverse in tutto il mondo con una forza che resta ineguagliata. La morte di Bob Marley nel maggio del 1981 non solo ha lasciato un vuoto immenso in quello che forse è il genere di musica moderna più spirituale e allo stesso tempo più accessibile - il reggae – ma, a testimonianza del grande carisma esercitato da questa star, ha anche dato inizio ad un aumento postumo senza precedenti del numero dei suoi fan.

La persistenza della notorietà di Bob Marley non è paragonabile a quella di un semplice fenomeno di musica pop. Per capirlo basta considerare il successo della compilation Legend, uno dei 17 album nella storia della musica ad aver superato la soglia dei 10 milioni di copie vendute (nel 2009), continuando a vendere circa 250.000 copie l’anno, oltre ad essere, secondo le stime della rivista Billboard, al secondo posto nella storia degli album rimasti più a lungo nelle classifiche. Con un numero di fan che continua a crescere (come dimostrano gli oltre 30 milioni di suoi appassionati registrati su Facebook e Twitter), la notorietà di Marley ha fatto di lui un vero e proprio punto di riferimento spirituale.

A più di 30 anni dalla sua morte, gli intramontabili messaggi contenuti nella sua musica fanno di Marley una potenza culturale con la quale confrontarsi. Il suo modo di vivere ha rappresentato per molti versi un atto politico sulla scena mondiale. Oggi, in qualunque parte del mondo, quando giovani politicamente impegnati fanno riferimento alla solidarietà come valore, trovano in lui un modello culturale imprescindibile (come dimostrato negli ultimi mesi dalla popolarità della musica e delle immagini di Bob Marley durante le proteste in Medio Oriente e in Africa e nelle manifestazioni di Occupy Wall Street e in quelle analoghe). Ma nonostante l’attaccamento dimostrato nei confronti di questa icona, e l’entusiasmo di quanti scoprono Marley solo oggi, intorno a lui permangono molti misteri e interrogativi. A partire dalla sua morte sono realizzati moltissimi film-concerto, biografie, DVD e video non autorizzati che hanno cercato di far luce sulla sua storia, ma Marley resta un uomo tanto amato quanto avvolto nel mistero.

Ora, grazie allo straordinario sforzo congiunto della famiglia Marley, del filmmaker premio Oscar Kevin Macdonald (L’ultimo re di Scozia, La vita in un giorno, Un giorno a settembre) e della Shangri-La Entertainment (Shine a Light, Heart of Gold), molti di questi interrogativi hanno trovato una risposta e molti di quei misteri sono stati svelati. “Quello che avevo in mente”, spiega Macdonald, “la domanda che mi ponevo facendo questo film, era: perché riesce ancora a parlare a gente di tutto il mondo (ed è evidente che ci riesce), e perché parla alla gente in modo molto più profondo di qualsiasi altra rock star o pop star? Ciò che mi affascinava nel fare questo film era provare a tirar fuori qualcosa di molto personale. Chi è quest’uomo? Perché ha avuto tanto successo? Qual era il messaggio che voleva trasmettere alla gente?”

Leggi tutto