Whitney Houston è annegata dopo aver sniffato cocaina

1' di lettura

I risultati delle analisti confermano che la pop star ha avuto un infarto mentre era nella vasca da bagno. L’attacco cardiaco sarebbe stato causato dalle sostanze che aveva assunto. La pop star, morta il 12 febbraio, aveva 48 anni

Guarda anche:
Addio Whitney, le foto dei funerali
L'autopsia resta segreta. Forse mix farmaci-alcol
L'album fotografico

(in fondo all'articolo tutti i video sulla morte di Whitney Houston)

Whitney Houston sarebbe morta per annegamento nella vasca da bagno dopo aver ingerito sostanze tossiche come la cocaina.
Sarebbero questi i risultati delle analisi legali condotte sul corpo della cantante morta a
48 anni il 12 febbraio scorso in un albergo di Los Angeles.
La notizia è stata confermata dall'Ufficio di medicina legale di Los Angeles che ha anche
definito il caso di morte "accidentale" spiegando che un nuovo rapporto completo sarà stilato nel giro di due settimane. Nel corpo della cantante sarebbero state riscontrate altre sostanze non causa però della sua morte, come la marijuana più dei farmaci.

La Houston è morta nel giorno dei Grammy, alla vigilia degli Oscar della musica a cui era candidata.  Il suo corpo è stato ritrovato nella sua stanza d'albergo al quarto piano del Beverly Hilton, a Beverly Hills. A dare l'allarme proprio il suo compagno, il cantante Ray-J.

Leggi tutto