Oscar 2012, nell'era del 3D il favorito è un film muto

1' di lettura

The Artist potrebbe dominare l'84esima edizione degli Academy Awards. Dal palco del Kodak Theatre potrebbero però arrivare sorprese. Questa sera su Sky Cinema, in diretta e in esclusiva, la maratona dal red carpet fino alla consegna dell'ultima statuetta

Scopri lo speciale Oscar 2012
Tutti i candidati prima e dopo -FOTO
Oscar: i bookmaker incoronano The Artist
La notte degli Oscar - La programmazione sulla Guida Tv

Nove film per una statuetta che verrà consegnata alla fine, e solo alla fine, dell'84esima edizione della cerimonia di premiazione degli Oscar (VAI ALLO SPECIALE), che la notte di domenica 26 febbraio, dal palco del Kodak Theatre nel cuore di Hollywood, rischierà di passare alla storia per avere fatto un salto nel passato, premiando, nell'era dei film in 3D, dei film digitali e dell'alta definizione una  pellicola muta e in bianco e nero.
The Artist, il film di produzione francese, già pluripremiato, nominato per dieci Oscar e favorito su tutti, potrebbe essere i protagonista assoluto della serata, ma i dubbi, e per una volta ce ne sono, verranno svelati solo alla fine.

Nove film in gara per l'ambita statuetta - Infatti, per quanto il film di Michel Hazanavicius sia piaciuto alla giuria dell'Academy, Hugo Cabret, il capolavoro di Martin Scorsese (GUARDA LE FOTO), con undici nomination non è certo passato inosservato, così come l'indipendente The Help, che con quattro nomination, ma importanti, rischia di rovinare loro la festa. 
Gli altri sei film in gara, Midnight in Paris, War Horse, L'arte di vincere, Paradiso Amaro, The tree of life, e Molto forte e incredibilmente vicino, di fatto non hanno grandi possibilità. Forse sono troppi, a parere di molti, nove film nominati, tanto che si pensa di ritornare alle classiche cinque nominations dopo solo due anni in cui, per movimentare un po' i giochi l'Academy aveva deciso di aumentare ad un massimo di 10 i film in gara. 

Le star sul tappeto rosso - Da Brad Pitt a George Clooney, entrambi nominati come migliore attore protagonista, con Clooney in vantaggio su Pitt, ma svantaggiato rispetto all'interprete di The Artist, Jean Dujardin, già vincitore di decine di premi; da Meryl Streep a Michelle Williams, che si contenderanno, con Glenn Close, Viola Davis e Rooney Mara l'Oscar per la migliore attrice protagonista.
Favorita, come sempre, è Meryl Streep con la sua interpretazione di Margareth Thatcher, ma anche la Williams, che ha vestito i panni di Marilyn Monroe e Viola Davis, donna di servizio di colore nel profondo sud degli Stati Uniti in The Help, hanno ottenuto buoni riscontri dalla critica.
Di difficile previsione anche la gara per il migliore regista che vede sì Martin Scorsese leggermente favorito su Michael Hazanavicius, ma da cui è impossibile escludere Alexander Payne, regista di Paradiso Amaro, Woody Allen e Terrence Malick, con il suo Tree of life.

Due nomination per l'Italia - Per quanto riguarda l'Italia, escluso Terraferma, il film di Crialese, dalla corsa per il film straniero, restano tre nomination: Dante Ferretti e la moglie Francesca Lo Schiavo, rispettivamente nominati  come direttore di fotografia e set decorator per Hugo e poi Enrico Casarosa, animatore alla Pixar di San Francisco, candidato per il corto d'amimazione La Luna.

La notte degli Oscar in diretta e in esclusiva su Sky Cinema - Con gli appassionati di cinema e non l'appuntamento è per domenica 26 febbraio su Sky Cinema. A partire dalle ore 22.55, Sky Cinema 1 Hd presenta in diretta e in esclusiva la notte degli Oscar. Il commento della  kermesse è affidato a Gianni Canova, Francesco Castelnuovo e Martina  Riva.
Novità della diretta di quest'anno è la possibilità per tutti gli spettatori di commentare in diretta, via Twitter, l'arrivo delle star, gli abiti, le dichiarazioni che le celebrities rilasceranno  prima dell'ingresso al Kodack Theatre, ma anche condividere pronostici e curiosità.  L'hashtag ufficiale è #twittaoscar e i migliori tweet  verranno mandati in onda durante tutta la durata del Red Carpet, fino all'inizio della premiazione.

Leggi tutto