Whitney, l’autopsia resta segreta. Forse mix farmaci-alcol

1' di lettura

Per ragioni di sicurezza non verranno diffusi per ora i risultati degli esami che permetteranno di conoscere le cause del decesso della Houston, regina del pop anni ’80 e ’90, trovata morta a 48 anni in una stanza d'albergo. VIDEO E FOTO

Guarda anche:
Whitney: la fotostoria
L'omaggio di Sky Cinema Hits: in onda uno dei suoi film

(in fondo all'articolo tutti i video su Whitney Houston)

E' stata completata l'autopsia sulla salma di Whitney Houston, trovata morta nella sua camera d'albergo a Beverly Hills. Sui risultati degli esami autoptici è stato imposto per il momento il "segreto istruttorio per ragioni di sicurezza", come ha annunciato il vice capo dell'ufficio medico-legale della contea di Los Angeles, Ed Winter, secondo cui le cause del decesso saranno stabilite una volta ricevuto l'esito delle analisi tossicologiche supplementari richieste dalle autorità competenti. A tal fine occorreranno, ha precisato Winter, dalle sei alle otto settimane. "Allo stato", si è limitato ad aggiungere, "non sussistono segni di omicidio". Quando gli è stato chiesto se sia vero che nella stanza sono stati rinvenuti farmaci o ricette per ottenerli, il medico legale ha tagliato corto ribadendo che tutti gli elementi sono "secretati per sicurezza". Quanto all'ipotesi dell'omicidio, "stiamo valutando tutti gli aspetti del caso e, speriamo", ha concluso Winter, "forse per mercoledì o giovedì prossimi disporremo di maggiori informazioni". Secondo quanto riferito dalla Bbc sul corpo della cantante non sarebbero stati trovati segni visibili di traumi.

Secondo quanto riferito da alcuni siti di gossip la cantante sarebbe morta annegata nella sua vasca da bagno, dopo essersi addormentata mentre si faceva il bagno. Whitney, che da tempo prendeva sedativi per combattere l’ansia e la depressione, la sera prima avrebbe bevuto moltissimo e l’alcol, mescolato ai farmaci, avrebbe provocato uno stato di incoscienza. A Whitney, regina della musica pop degli anni ’80 e ’90, è stato reso omaggio durante la serata dei Grammy Awards.
Per ricordare la grande cantante americana va in onda su Sky Cinema Hits un doppio appuntamento : The Bodyguard ( Guardia del corpo ) interpretato da Kevin Costner e la regina del pop degli Anni ottanta, che con la colonna sonora I will always love you si è per sempre assicurata un posto nell'Olimpo della musica. Il film sarà trasmesso alle ore 21.10. A seguire in onda Uno sguardo dal cielo .

Il ricordo dei fan: "La sua musica fonte di ispirazione"



Leggi tutto