Con le Idi di Marzo Clooney racconta gli inganni del potere

1' di lettura

Arriva nelle sale italiane la quarta prova da regista dell'attore americano. Un cinico thriller politico ambientato durante le primarie democratiche per scegliere il candidato alla Casa Bianca. IL TRAILER, LA CLIP E IL COMMENTO DI CLOONEY

Guarda anche:
George Clooney, la fotogallery
Le Idi di Marzo: le immagini dal film
Clooney e la Canalis: c'eravamo tanto amati

"Non è un film politico, è un thriller politico". Così George Clooney definisce Le Idi di Marzo , sua quarta prova da regista, in uscita nelle sale italiane venerdì 16 dicembre. Nel film l'attore/regista interpreta il governatore democratico dello stato dell'Ohio, in corsa per delle fantomatiche primarie. Ha la vittoria in tasca e nulla sembra potersi mettere sulla sua strada. Fino al momento in cui Ryan Gosling, il suo addetto stampa inizia a scoprire i suoi lati oscuri.

La pellicola è tratta da un dramma teatrale scritto da Beau Willimon, in passato spin doctor per diversi politici, compreso il democratico Howard Dean. Sceneggiatura e progetto erano già pronti nel 2008 ma, come spiega Clooney "a quel punto, è stato eletto Presidente Obama e tutti erano felici e pieni di speranza. All’improvviso, un film cinico sulla politica sembrava fuori luogo, perché tutti erano molto ottimisti, fin troppo. Un anno dopo, siamo tornati a essere cinici e allora abbiamo pensato di poter fare il film”.  Oltre a Clooney e Ryan Gosling (uno dei volti emergenti di Hollywood) nel cast del film figurano anche Philip Seymour Hoffman, Paul Giamatti, Marisa Tomei ed Evan Rachel Wood.

La clip dal film



Il trailer de Le Idi di Marzo


Leggi tutto
Prossimo articolo