Jacko, Murray in tv: "Mi serviva tempo per salvarlo"

1' di lettura

In un'intervista, registrata prima della sentenza con la quale è stato riconosciuto colpevole di omicidio colposo involontario, il medico di Michael Jackson si difende dalle accuse e confessa di essersi sentito "in trappola". GUARDA IL VIDEO

Guarda anche:
Il dottor Murray colpevole di omicidio colposo
Michael Jackson, l'accusa inchioda il dottor Murray
Jacko, colpo di scena al processo e nuove foto shock

FOTO: l'album su Jacko

“Se io fossi un suo amico e venissi a casa sua e la trovassi inaspettatamente con una pistola in mano, avrei un paio di possibilità per aiutarla: potrei dirle di fermarsi, e lei magari mi ascolterebbe, oppure mi ci vorrebbe del tempo per riuscire a toglierle la pistola dalle mani”. Conrad Murray, il medico di Michael Jackson, pronuncia queste parole in un’intervista rilasciata a Channel4 (in alto un’anticipazione trasmessa da SkyNews) e registrata poco prima della sentenza con cui è stato riconosciuto colpevole di omicidio colposo involontario. “In sostanza direi che mi ci sarebbe voluto del tempo per togliere dalle mani di Michael qualcosa che non avrebbe dovuto usare”, afferma Murray, che nel corso dell’intervista afferma anche di essersi sentito intrappolato in questa situazione.

Leggi tutto