Berlusconi-Apicella, esce il nuovo disco (crisi permettendo)

Il premier Silvio Berlusconi con il suo chansonnier Mariano Apicella
1' di lettura

Il cantante napoletano conferma: "Il 22 novembre arriverà l'album realizzato con il premier". Si chiamerà "Il vero amore". In un sito di scommesse inglese si raccolgono puntate su un eventuale Grammy per la coppia

Guarda anche:
Berlusconi, un cantante come presidente
Apicella flop. Annullato il concerto a Milano

Doveva uscire a settembre, poi a ottobre. Ora la data sembra certa: il 22 novembre si potrà ascoltare l'ultima fatica musicale della coppia Berlusconi-Apicella. A confermarlo è lo stesso cantante napoletano durante la trasmissione La Zanzara di Radio24: "Sono stato ad Arcore lo scorso fine settimana. Il disco si intitola "Il vero amore". Come sempre il premier ha scritto i testi e io la musica".

Mariano Apicella ha annunciato anche alcuni titoli delle undici canzoni che compongono l'album: "Cascasse il mondo", "Ma se ti perdo", "Se tu non fossi tu". Nelle settimane della crisi economica, del rischio default e del G20 a Cannes il premier dovrà inserire in agenda anche il lancio del suo disco. "Tra le novità - spiega Apicella - c'è la presenza di un samba e di un brano latino-americano". Si tratta del lavoro degli ultimi due anni tra Arcore e la Sardegna". In rete si è sparsa la notizia e secondo alcuni siti lo staff di Berlusconi potrebbe di nuovo bloccare l'uscita dell'album. Ma non ci sono smentite ufficiali del Presidente del Consiglio.

I giornali inglesi, su tutti il Guardian, erano in attesa per il disco del premier. Non per farne una recensione musicale, è evidente. E intanto sul popolare sito di scommesse online Puddy Power è stata aperta una sezione apposita chiamata "Berlusconi & Apicella specials". Si può scommettere sul numero di copie vendute, sulle possibilità del disco di arrivare al numero 1 in classifica ma soprattutto sulle conseguenze dell'uscita dell'album. Il tour europeo della coppia canora è quotato 33/1, l'eventualità di vederli sul palco di Glastonbury è data 100/1 e la possibilità di un premio Grammy nel 2012 paga 200/1. Una quota impossibile. Basti pensare che lo stesso sito paga 5/2 la caduta del governo Berlusconi entro la fine dell'anno.

Leggi tutto