Jovanotti: "La battaglia del teatro Valle è di tutti"

Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, sul palco del teatro Valle
1' di lettura

Il cantautore ha tenuto un concerto a Roma per sostenere la protesta dei lavoratori dello spettacolo che hanno occupato la struttura per "salvarlo dal futuro incerto". L'INTERVISTA

Guarda anche:
Jovanotti: "Ragazzi non arrendetevi"
Lorenzo Cherubini: "Tutte le parole che ho"

(in fondo al pezzo tutti i video su Jovanotti)

"Condivido la vostra battaglia perché è la battaglia delle idee. Cercherò di essere un
volano per questa iniziativa che appoggio e condivido". Così Jovanotti incontrando poco prima di esibirsi in un breve concerto gli occupanti del teatro Valle, diventato cantiere vivo e attivo della città e sul quale nei giorni scorsi i lavoratori dello spettacolo hanno presentato una proposta per una nuova gestione futura, pubblica e virtuosa. Jovanotti ha scelto così di salire sul palco del Valle per "sostenere una causa che è di tutti: la cultura come bene comune".

Dai primi di giugno un gruppo di lavoratori e lavoratrici dello spettacolo ha occupato il teatro "per salvarlo da un futuro incerto - come spiegano gli organizzatori dell'iniziativa - e da un bando pubblico che lo affiderebbe a un privato". Gli occupanti hanno lanciato un appello firmato da oltre 8.000 persone. Tanti gli spettacoli e gli artisti che si sono esibiti in questi 26 giorni di occupazione. Tra questi Franca Valeri, Andrea Camilleri, Silvio Orlando, Gigi Proietti, Sabrina Guzzanti e gli stessi Germano e Gifuni.

Leggi tutto