Ruby a Woody Allen: "Sogno di essere la sua musa"

1' di lettura

La giovane marocchina scrive al regista, che a Cannes aveva fatto una battuta benevola nei suoi confronti: "Cosa ho io meno della prima dama di Francia? Lei è una donna solo più fortunata di me. E' nata ricca e magra"

Caso Ruby: vai allo speciale
Berlusconi e le donne: L'ALBUM FOTOGRAFICO
Rubygate: l'album fotografico

(In fondo all'articolo tutti i video sul caso Ruby)


"Gentilissimo Maestro ho appreso dalla stampa italiana di un Suo interesse nei miei confronti. Ne sono fiera e orgogliosa e spero di non deludere le Sue aspettative. Vorrei incontrarLa quanto prima...".
Il 'gentilissimo maestro' è il regista americano Woody Allen e a scrivergli è Ruby in una lettera riportata dal sito del settimanale 'Oggi'.
Allen all'ultimo festival di Cannes aveva fatto una battuta sulla giovane ragazza marocchina: "L'ho vista solo in foto, ma la trovo attraente e affascinante. Forse sa anche recitare!".

Nella lettera, Ruby, dopo aver sottolineato di non avere ancora la possibilità di viaggiare "liberamente" negli Usa ("per noi arabi non è così facile"), si augura che quando il regista sarà in Europa possa contattarla "per prendere un tea insieme e discutere del nostro futuro professionale".
E aggiunge di aver riso "nei momenti di depressione" con le battute dei suoi film: "Woody, Lei con la sua ironia e leggerezza mi ha salvato dai momenti bui che sto vivendo negli ultimi mesi. Questa storia del bunga-bunga mi sta logorando (il processo che la vede coinvolta come parte lesa è appena ripreso, ndr) e solo l'arte, la Sua arte, mi sta dando sollievo, positività e gioia di vivere".

La ragazza ammette di aver "invidiato Carla Bruni, quando a Parigi stava girando il suo ultimo film. Lì avrei voluto essere io al suo posto! Cosa ho io meno della prima dama di Francia? Lei è una donna solo più fortunata di me. E' nata ricca e magra. Io ho dovuto lottare per conquistare tutto".
"La mia immagine - scrive ancora Ruby nella lettera - ora è un po' compromessa ma grazie a Lei vorrei raddrizzarla. Io non sono la mangia uomini che i media di tutto il mondo descrivono. Sono una ragazza di sani principi e con un grande amore per l'arte, la letteratura e la filosofia". E infine: "Ho un sogno: diventare la Sua nuova musa la nuova Mia Farrow o anche Diane Keaton!".

Leggi tutto