Esp, quando il reality diventa troppo reale

Una scena di Esp
1' di lettura

Con l'avvicinarsi dell'estate inizia anche la stagione dei film horror al cinema. Fenomeni Paranormali, diretto dai Vicious Brothers è in arrivo mercoledì 1 giugno e cercherà di bissare il successo di Paranormal Activity

Come da tradizione, con l'arrivo dei primi caldi le sale iniziano a riempirsi di film horror. Se infatti il periodo natalizio è dedicato ai grandi blockbuster, alle commedie italiane e ai lungometraggi animati, la stagione estiva porta nelle sale il meglio del cinema di genere. Il primo a tentare di conquistare il pubblico italiano sarà Esp - Fenomeni paranormali , esordio alla regia dei Vicious Brothers, una coppia di registi specializzati in videoclip e cresciuti dietro le quinte della serie Masters of Horror.

Costruito sulla falsariga di progetti simili, come The Blair Witch Project e Paranormal Activity , Esp è costruito sull'espediente della pellicola recuperata. Gli autori di una trasmissione televisiva dedicata al paranormale, decidono di passare un'intera notte all'interno di un ex ospedale psichiatrico, celebre per i suoi fantasmi. Nel corso della notte, troveranno molto più di quello che cercavano, filmando tutto. Il film, dunque, non sarebbe altro che le immagini grezze e non montate di quanto è stato girato nel corso della notte (qui sopra la clip iniziale del film).

L'espediente narrativo alla base del film, che porta al cinema l'estetica dei reality, è stato usato negli anni passati anche da due registi di culto presso gli amanti dell'horror. George Romero, padre del genere zombie-movie e di classici come La notte dei morti viventi , lo ha usato per Diary of the dead - Le cronache dei morti viventi . La storia di una troupe cinematografica che documentava, suo malgrado, l'avvento dei morti viventi. Anche J.J. Abrams, creatore della serie televisiva Lost e regista dell'ultimo lungometraggio di Star Trek , lo ha usato producendo Cloverfield , il racconto in presa diretta dell'attacco di un mostro a New York. Uscendo dall'ambito del cinema di genere, invece, Brian De Palma, ha fatto in parte uso di questo trucco narrativo per Redacted , film dedicato al racconto della guerra in Iraq.

Il trailer del film:

Leggi tutto