Gli Sgommati: quando la satira è (anche) in musica

1' di lettura

Le divertenti parodie di Sora Cesira, a cominciare da “The Arcore's nights”, ma non solo. Anche le esibizioni a Sanremo, i duetti, le filastrocche dei politici. Tutte le volte in cui, nello show di Sky UNO, i pupazzi diventano canterini. GUARDA I VIDEO

Gli Sgommati, vai allo speciale
Guarda l'album con tutte le foto de Gli Sgommati

(In fondo all'articolo tutti i video con le canzoni de Gli Sgommati)

Sora Cesira, ma non solo. A Gli Sgommati la satira piace anche in musica. Berlusconi, Fini, Casini, Bersani, Vendola, Bindi, Gelmini: non c’è politico che non sia stato protagonista o interprete di una canzone. Il premier, in trasferta su Pandora, ha addirittura vinto il Festival di Sanremo locale con “Chiamami ancora Papi”. Il testo, come molti dei brani rivisitati nel programma di Sky UNO, è di Sora Cesira.

La misteriosa autrice di video parodie, diventata un fenomeno del web, dopo aver pubblicato in rete le sue creazioni le presenta in tv proprio a Gli Sgommati. È successo con “The Arcore’s Nights”, con il seguito “The 6 April”, con “Gay” e con molti altri brani satirici. A ogni puntata, poi, Sora Cesira prende spunto dall’attualità per riscrivere le parole di canzoni famose e metterle in bocca ai politici di gomma. Barack Obama, Vladimir Putin e Nicolas Sarkozy, ad esempio, interpretano “Che sarà del vostro premier” sulle note di “Che sarà” dei Ricchi e Poveri. Pier Ferdinando Casini, invece, dedica “Azzurra” alla sua compagna. E Berlusconi il pacifista canta “Bombardare un amico” per Gheddafi.

Collaboratori speciali de Gli Sgommati sono anche Max Paiella e Attilio Di Giovanni. È loro, ad esempio, il rap auto celebrativo di Obama o il brano “Tutti in coro” cantato da Gianfranco Fini.
Non è importante che il politico sia di destra o di sinistra, italiano o straniero: per Gli Sgommati la satira è uguale per tutti. Anche quella in musica.

Guarda tutti i video musicali de Gli Sgommati

Leggi tutto