La giornata del collezionista: Nirvana e Queen mai sentiti

Lady Gaga da collezione in occasione del Record Store Day. In Italia aderiscono cento negozi.
1' di lettura

Il 16 aprile cade il Record Store Day, appuntamento mondiale in cui si mettono in vendita vinili rari, edizioni numerate, b-side da collezione. Quest'anno in catalogo un EP introvabile del gruppo americano e singoli inediti dei Radiohead. FOTO

GUARDA LE FOTO DELLE COPERTINE INTROVABILI

di Eva Perasso


Dura un giorno solo, ma è di quelli da segnare sul calendario: il prossimo 16 aprile in tutto il mondo si celebra il Record Store Day, invito a nozze per chi colleziona rarità musicali, festa dei negozi di dischi indipendenti e in via di estinzione, nonostante l'affetto di tutti i nostalgici dei supporti in vinile.

Tra le chicche a disposizione si troveranno 6 mila copie di un raro EP dei Nirvana distribuito solo in Australia. Si potranno acquistare due singoli inediti dei Radiohead. Un ellepi firmato da Bruce Springsteen, con pezzi registrati dal vivo. Un album di cover dei Foo Fighters creato per l'occasione. La riedizione di due dischi storici dei Pearl Jam in vista del loro ventennale, che cade proprio quest'anno. Un'accoppiata rock come quella Ramones/ Red Hot Chili Peppers, che nello stesso disco cantano lo stesso pezzo, a 25 anni di distanza. Nuovi lavori dei Beady Eyes, quel che resta degli Oasis. E poi un 45 giri degli AC/DC accanto a uno di Eric Clapton e a un altro dei Duran Duran. E ancorra Hendrix, Pink Floyd, Queen, R.E.M.

Guarda il video di Shoot to thrill degli AC/DC



Nei negozi che hanno deciso di aderire si potranno acquistare queste e altre chicche: 45 e 33 giri da collezione, edizioni limitate, novità non ancora in commercio, tutto in poche, pochissime copie, centellinate in giro per il mondo, concentrate soprattutto negli Stati Uniti e in Gran Bretagna ma con una buona presenza anche in Italia, dove partecipano alla giornata del disco raro circa cento negozi (qui la lista), rigorosamente catalogati in ordine alfabetico e geografico, dalla A di Alessandria alla V di Viterbo.

La manifestazione, nata nel 2007, piace a chi ama la musica perché mette in gioco i negozianti indipendenti – solo loro possono vendere le rarità e affiliarsi, e devono rispondere a quesiti che assicurino la loro appartenenza alla categoria – e piace anche ai musicisti, che fanno a gara per partecipare all'evento offrendo i loro prodotti esclusivi pensati proprio per questa giornata. Nel mondo, oltre a mettere in vendita la lunga lista di ghiottonerie musicali, i negozi organizzano party, jam session, incontri con i musicisti. E ogni anno un portavoce d'eccezione sprona gli amanti delle note (se ce ne fosse ancora bisogno) all'acquisto: quest'anno è la volta di Ozzy Osbourne, l'immortale ex cantante dei Black Sabbath, che nella lista delle offerte include anche alcune sue rarità. Ovviamente, anche se i grandi distributori di musica con i loro megastore sono esclusi dal gioco, l'evento piace pure alle principali etichette musicali, non solo a quelle indipendenti. Tra gli sponsor compaiono nomi come Emi, Sony, Universal.

Chi non potrà andare per negozi di dischi, infine, può sempre scegliere di registrarsi sul sito dell'evento e caricare il carrello delle edizioni disponibili anche online, carta di credito alla mano. Oppure tentare  collegandosi dopo poche ore su eBay, perché alcune rarità potrebbero subito comparire tra la aste del sito. Non tutti i compratori, infatti, sono veri amanti del genere e qualcuno cerca solo affari.

Guarda il video dei Nirvana, “Aneurysm”

Leggi tutto