Educazione Siberiana per Gabriele Salvatores

1' di lettura

Il regista parla del suo prossimo progetto, tratto dal romanzo di Nicolai Lilin: la vita criminale di un adolescente nell'Europa orientale post comunista. A interpretarlo un cast internazionale. GUARDA IL VIDEO

Gabriele Salvatores parla di Educazione Siberiana, il film sul quale sta attualmente lavorando tratto dall'omonimo romanzo dallo scrittore russo Nicolai Lilin. Il regista napoletano di nascita e milanese d'adozione si trasferirà quest'estate in Siberia per girare gli esterni di questa pellicola, che racconta l'educazione criminale di un giovane siberiano nella Transistria sconvolta dall'anarchia provocata dal crollo dell'impero sovietico. Il film è scritto da Stefano Rulli e Sandro Petraglia è sarà interpretato da un cast internazionale di cui però non si conoscono ancora i nomi.

Parlando invece del recente successo del cinema italiano, sempre in testa ai botteghini, Salvatores commenta che oggi nel paese "c'è uno spostamento importante da commedie volgari e pecoreccie ad altre, surreali, che parlano di problemi sociali." Ricordando poi i fasti della commedia agli italiani, il regista sottolinea come all'epoca "i soldi guadagnati dalle commedie venivano reinvestiti in film diversi, forse meno appetibili al pubblicano, ma che portavano avanti l'industria cinematografica."
"Mi auguro - conclude ridendo Salvatores - che i produttori di queste nuove commedie si mettano una mano sulla coscienza e magari finanzino i film di qualche giovane autore"

Leggi tutto