Clooney: "Ho la malaria". A migliaia si offrono di "curarlo"

George Clooney con la compagna Elisabetta Canalis (Credit: Kikapress)
1' di lettura

L’attore americano ha rivelato in un’intervista alla Cnn di essersi ammalato in occasione della sua ultima visita in Sudan. E scherzando come sempre ha detto: “Sono state le zanzare vendicative del presidente Bashir”. IL VIDEO

Guarda anche:
Clooney-Canalis: tutta la storia
Scopri tutto su Elisabetta Canalis
Guarda la fotogallery di Elisabetta Canalis

George Clooney
ha detto di aver preso la malaria durante la sua ultima visita nel Sudan in occasione del referendum sull'autodeterminazione del Sud (9-15 gennaio). Lo ha riferito lo stesso attore parlando con il giornalista della Cnn Piers Morgan, in un'intervista di cui è visibile una clip sul suo sito internet (embeddata anche in fondo a questo articolo). A una domanda dell'intervistatore, Clooney ha risposto: "E' vero ho avuto un attacco di malaria, è la seconda volta che mi capita". Poi, ridendo ha aggiunto: "Immagino che la zanzara a Juba (capitale del Sud Sudan), mi abbia guardato e mi abbia preso per il bar!".

Morgan gli ha anche chiesto: "E' stato il presidente (sudanese Omar Hassan el) Bashir a inviare uno sciame di zanzare vendicative per prenderti di mira al tuo arrivo?". "Penso proprio di sì”, ha risposto l'attore. Clooney, 49 anni, è molto impegnato in campagne per la difesa dei diritti umani nel Sudan, sia per il Darfur sia per il Sud. Alla fine dello scorso dicembre ha lanciato insieme all'Onu, all'università di Harvard e a Google un progetto per vigilare attraverso i satelliti sulle possibili violazioni nel Paese africano.

La notizia della malaria di Clooney è rimbalzata sui media Usa on line, che riferiscono una dichiarazione del portavoce dell'attore: "George è completamente guarito dalla malaria che lo ha colpito in Sudan la prima settimana di gennaio - ha detto - e ciò dimostra come, con le cure adatte, una malattia letale in Africa può risolversi con una decina di giorni in precarie condizioni invece che in una condanna a morte". Piers Morgan, in un messaggio su Twitter, dove sta promuovendo la sua intervista all'attore, ha poi aggiunto: "Ricevute 24.563 offerte di curarlo. Ma il suo portavoce dice che le medicine hanno funzionato e che ora sta bene. Spiacente, ragazze".

Guarda l'anteprima (in inglese) dell'intervista della Cnn:

Leggi tutto