Elio ci riprova e canta la fiducia. Col ghigno sulle labbra

1' di lettura

Prendi Moffa, Scilipoti e Polidoro, aggiungi la sigla della serie tv Anni ’80 “Mork & Mindy” e il gioco è fatto. Così Elio e le Storie Tese raccontano la due giorni parlamentare più lunga del governo. GUARDA IL VIDEO

Guarda anche:
Il successo del bunga bunga, dal web a Elio e le Storie Tese

La fiducia, la presunta compravendita di deputati, i parlamentari Antonio Razzi e Domenico Scilipoti (ex Idv) e poi Silvano Moffa, Maria Grazia Siliquini e Catia Polidori (tutti ex Fli).
Sono questi i nuovi protagonisti della satira politica firmata Elio e Le Storie Tese.
E non poteva essere altrimenti.

Il gruppo rock, dopo aver di recente cantato il bunga bunga, torna ad occuparsi di politica, e lo fa col ghigno sulle labbra. Ed ecco che la famosa sigla del telefilm Anni '80 "Mork & Mindy" diventa la colonna sonora perfetta per cantare della due giorni parlamentare che ha visto il governo Berlusconi incassare la fiducia delle Camere.

"Mi chiamo Razzi. Son nuovo, vengo dall'Idv" dice a inizio pezzo Elio, in un crescendo di pungente satira che tocca il suo climax nel ritornello: "Nano, nano, la tua mano. Nano, nano, apri piano. Nano, nano, dammi il grano. Nano, nano, anche un mutuo...."

Guarda il video

Leggi tutto