La rockstar dell'anno? Per Rolling Stone è Julian Assange

Il sito italiano di Rolling Stone, con la notizia dell'assegnazione del premio a Julian Assange
1' di lettura

La versione italiana del magazine di musica ha deciso di assegnare il premio di quest'anno a Mr.Wikileaks. "E' un'icona come Che Guevara sulle magliette, come Mao per Andy Warhol. E' il capo pop della fine della diplomazia e della sicurezza imperiale"

Guarda anche:
WikiLeaks, l'album fotografico
Come funziona Wikileaks, dove trovare i documenti

E' Julian Assange la "Rockstar dell'anno", riconoscimento che Rolling Stone Italia tradizionalmente assegna al personaggio che si è distinto nel corso degli ultimi 12 mesi per il suo carattere e temperamento rock'n'roll.
L'assegnazione del premio, per la prima volta in associazione con il sito Dagospia è stata annunciata sul sito di Rolling Stone e su quello di Roberto D'Agostino e sarà quindi ufficializzata sul numero di gennaio del mensile, in edicola dal 29 dicembre.

Assange - che con la sua creatura, Wikileaks, ha creato una vera e propria tempesta diplomatica - "è icona come Che Guevara sulle magliette, come Mao per Andy Warhol. E' il capo pop della fine della diplomazia e della sicurezza imperiale. Assange è la vera stella rock&roll degli Anni Tremila", si legge nella motivazione. 
"E' l'angelo sterminatore di ogni segreto dei poteri. E' l'Uomo che cadde (dalla Rete) sulla Terra. La sua somiglianza col David Bowie del film di Roeg del '76 (The man who fell to earth) è impressionante. La sua strategia è degna dei migliori fumetti Marvel e dell'intero immaginario del 'villain' platinato che mette in pericolo i potenti del pianeta, dagli anni Sessanta a oggi".

Leggi tutto