Angelina Jolie: attrice, mamma e ora anche regista

1' di lettura

“E’ stato appassionante. Finite le riprese a gennaio comincio il montaggio. Mi sono ispirata a Clint Eastwood e Robert De Niro” ha detto la moglie di Brad per la prima volta dietro la macchina da presa per “Storia d’amore senza titolo"

Guarda anche:
Vita e miracoli di Angelina Jolie
Cinema, la biografia shock su Angie

L'esperienza come regista appassiona Angelina Jolie, che pochi giorni fa ha concluso le riprese del suo primo film: Storia d'amore senza titolo. "E' stato divertente essere alla regia e partecipare alle diverse tappe del processo” ha detto davanti ai giornalisti a Parigi durante la promozione di The Tourist. E ha aggiunto: “E' un lavoro che ho trovato appassionante. Ho finito le riprese, comincio il montaggio a gennaio. Non vedo l'ora di mostrare il lavoro e il talento di questi attori brillanti".

Il film, prima ancora di approdare sul grande schermo, ha già scatenato diverse polemiche. E’ la storia d’amore tra un serbo e una musulmana in un campo di concentramento dove lui è guardiano e lei è prigioniera che inizia con una violenza sessuale. Una sceneggiatura definita “irreale” da molte associazioni che ha suscitato forti proteste tra le donne vittime di stupro etnico durante la guerra civile in Bosnia.

L'attrice ha detto di essere stata influenzata nelle riprese da diversi registi con cui ha lavorato come Clint Eastwood, Michael Winterbottom e Robert De Niro. "Non ho mai fatto niente per il box office. Ho avuto la fortuna di avere una carriera anche con film che non si vendono bene", ha osservato la Jolie. Tra un impegno e l’altro, la moglie di Brad Pitt riesce comunque a dedicarsi alla famiglia, sacrificando il tempo che potrebbe dedicare a se stessa. "A un certo punto bisogna arrendersi - ha concluso l'attrice - Non ci provo nemmeno a fare un bagno da sola: tutti i bambini entrano con me nella stanza da bagno".

Leggi tutto