Elisa, un nuovo album tra Ligabue e Smashing Pumpkins

Elisa
1' di lettura

Il 30 novembre esce il disco della cantante di Monfalcone che, oltre ad alcuni duettii d'eccezione, contiene tre inediti. "Ci sono cose che ti restano dentro senza che tu sappia il motivo. E queste sono le canzoni che mi sono rimaste dentro”. L’INTERVISTA

Elisa insieme a Fabri Fibra e Giorgia. Ci sono anche il rapper e l'inconfondibile timbro della cantante romana in "Ivy", nuovo album dell'autrice di "Luce" in uscita il 30 novembre.
"Ci sono cose che ti restano dentro senza che tu sappia il motivo; cose che ti appartengono e a cui tu appartieni. E queste sono le canzoni che mi sono rimaste dentro": Elisa presenta così "Ivy", disco pieno di sorprese con tre inediti, tra cui il singolo "Nostalgia", sei cover che spaziano da "1979" degli Smashing Pumpkins e "Ho messo via" di Ligabue, a "I never came" dei Queens of the Stone Age e "Pour que l'amour me quitte" di Camille, cantata in duetto con Giorgia.

Il lavoro, inoltre, comprende anche un dvd che contiene un docufilm di 50 minuti, girato nel suggestivo scenario di Artesella in Valsugana in Trentino e diretto da Denny Karlsson, già collaboratore dei Sigur Ròs.

Nell'album non mancano dieci rivisitazioni di suoi grandi successi tra cui "Ti vorrei sollevare", "Gli ostacoli del cuore", "Eppure sentire" e "Anche se non trovi le parole", in cui duetta con Fibra. A rendere ancor più suggestiva l'atmosfera di "Ivy", considerato ideale seguito di "Lotus", un arrangiamento semiacustico arricchito dalla presenza in ogni pezzo di un coro di voci bianche.

Leggi tutto