Tutti i Beatles in una sola nuvola

La Tag Cloud dei Beatles
1' di lettura

Il Guardian ha analizzato quali sono le parole più usate dal quartetto di Liverpool. In testa You, I e Love, mentre termini come Preoccuparsi e Armi appaiono una sola volta. Guarda la Tag Cloud

Sono passati quarant'anni dal loro scioglimento. Paul McCartney e Ringo Starr hanno superato i sessantaquattro anni, John Lennon e George Harrison ci hanno lasciato, ma i Beatles continuano a restare l’argomento del giorno. Dopo che le loro canzoni sono state, finalmente, messe in vendita su iTunes, balzando immediatamente ai primi posti tra le più acquistate, The Guardian ha deciso di raccogliere tutti i testi delle loro canzoni e trasformarle in una Tag Cloud, una nuvola che evidenzia quali sono i termini più usati.

In testa, utilizzata ben 2262 volte,  c'è la parola You, mente al secondo posto, con un utilizzo di 1736 volte, c'è I, Io in inglese. Tolti i termini di uso comune, resta quello che unisce, appunto, You e I, cioè Love, usato ben 613 volte. In alto, nella classifica, svettano parole come My, Know, Your, She, tutti termini che, in effetti, ben si addicono a un discorso amoroso. Più interessante, invece, scendere in fondo alla classifica, per scoprire quali sono le parole usate di meno dal quartetto di Liverpool. Worrying, preoccuparsi, è stata usata per esempio una sola volta nei sette anni di storia del gruppo (nella canzone Old Brown Shoe, scritta da George Harrison), così come la parola Weapons, Armi, un termine non certo amato dal quartetto (e usato solo nella canzone Soldier of Love). E non manca un po' di orgoglio nazionale italiano.  Tra le oltre 2700 parole compare infatti anche Spaghetti, usata nella canzone What's the new Mary Jane.

Tag Cloud, leggi anche:
Le parole di Berlusconi su Ruby
Fini: 15 anni di discorsi tra le nuvole

Leggi tutto