Francia, la guerra delle miss

Genevieve de Fontenay insieme alle finaliste di Miss Aquitania
1' di lettura

Due concorsi si sfidano per eleggere la più bella del Paese: lo storico Miss Francia e il nuovo Miss Nazionale, fondato dalla patron del primo per protestare contro la volgarità e lo starsystem

Chi sarà la più bella del reame, Miss Francia o Miss Nazionale? Oltralpe è guerra aperta tra due concorsi rivali, entrambi alla ricerca della ragazza che saprà incarnare la bellezza francese ed i valori del paese. Da un lato, la storica competizione di Miss Francia. Dall'altro, il nuovo concorso Miss Nazionale, fondato da Genevieve de Fontenay, ex patron dell'evento più antico, autrice di una vera e propria scissione.

La querelle è cominciata otto anni fa, quando la temuta e ammirata de Fontenay ha deciso di vendere la società di gestione del concorso a Endemol, restando comunque attiva nei concorsi come ospite e giurata (ma anche vecchia zia, rigida e severa, per la ragazze in lizza). I tempi cambiano, lo stile precipita e, sostiene la de Fontenay, Endemol non fa abbastanza per prevenire la caduta dei costumi.
Le giovani selezionate diventano protagoniste delle copertine, si fanno vedere in tv, non disdegnano servizi fotografici in abiti succinti. Una deriva dei costumi che la de Fontenay critica con forza e decisione fino al punto di andarsene dal concorso sbattendo la porta, nel marzo scorso. Oltre a sbattere la porta, annuncia la nascita di Miss Nazionale: lo scopo resta trovare e incoronare la francese più bella, ma con più riguardo ai valori che la de Fontenay sostiene messi da parte. Il sostegno di qualche ex Miss c'è, i contatti con le televisioni anche.
Così le selezioni per Miss Nazionale debutteranno sui piccoli schermi francesi il 5 novembre, trasmesse da una quindicina di emittenti locali tra cui anche Idf1, molto attiva nella regione parigina. Il giorno prima, il 4 novembre, sarà Miss Francia a infiammare l'audience grazie all'ospite d'onore, Alain Delon.

Guerra di miss e guerra di share: il concorso tradizionale è più conosciuto e ha il suo zoccolo duro di spettatori ed estimatori, ma anche la de Fontenay ha le sue carte da giocare. Il primo round, in ogni caso, se l'è aggiudicato lei vincendo la causa che la Endemol le aveva mosso quando aveva annunciato la creazione di Miss Nazionale: azione legittima secondo la giustizia francese, a patto che non si chiami Miss Francia.

Leggi tutto