Roman Polanski ritorna in pubblico a Parigi

1' di lettura

Il regista ha visitato una mostra nella capitale francese. Viveva recluso da quando era stato arrestato in Svizzera per una condanna allo stupro che non scontava dal 1978. GUARDA IL VIDEO

Sorridente e sereno, Roman Polanski ha scelto la Cinémateque Française per la sua prima apparizione in pubblico. Il regista, arrestato nel 2009 in Svizzera per aver stuprato una minorenne nel 1977, si era rinchiuso nel suo chalet di Gstaad per mesi per scontare gli arresti domiciliari.
Lunedì 4 ottobre è finalmente ricomparso per presenziare all'apertura della mostra "Brune/Blonde" sulle acconciature femminili.
"Sono contento di essere a Parigi, di rivedere i miei amici": questa la breve dichiarazione che sono riusciti a strappargli i giornalisti presenti.

Roman è stato liberato dopo il rifiuto della Svizzera, a luglio, di estradarlo negli Stati Uniti. La sua prima apparizione fuori dallo chalet di Gstaad dove si era rifugiato risale a pochi giorni dopo quando, insieme alla moglie Emmanuelle Seigner, ha assistito al festival jazz di Montreaux in Svizzera.
Ora è libero di allontanarsi dal Paese elvetico ma, in seguito al mandato di cattura diffuso dall'Interpo, rischia di essere estradato in qualunque nazione voglia recarsi. Eccettuate Francia e Polonia, che rifiutano di estradare il regista.

Leggi tutto