Carla Bruni, esce in Francia la biografia non autorizzata

Carla Bruni insieme a Nicolas Sarkozy
1' di lettura

A firmarla Besma Lahouri, una giornalista che si è messa sulle tracce della première dame per più di due anni, raccontandone il passato (amori compresi)

Guarda l'album su Sarkozy e Carla Bruni

Ancora prima essere pubblicato, ha sollevato un'infinità di polemiche e una quantità di indiscrezioni, alcune delle quali piuttosto fantasiose e inverosimile (come quella, poi smentita, che l'autrice sarebbe fuggita in un luogo sconosciuto dopo le rivelazioni, inseguita dalle minacce dell'Eliseo).

Adesso arriva finalmente in libreria: "Carla, una vie secrete", la biografia non autorizzata di Besma Lahouri non smette di suscitare reazioni. "Abbiamo avuto la possibilità di farci un'idea di Carla durante il breve fidanzamento con Sarkozy, e subito dopo l'Eliseo si è impegnato a trasformare la Bruni in una seconda Lady Diana" dice l'autrice del saggio, che lo staff presidenziale ha tentato invano di bloccare.

La storia con i suoi ex, scrive la Lahouri nel libro, "è una vera e propria saga. Amici sfortunati  si sono consumati per questa italiana dal temperamento vulcanico". Nella biografia, si racconta tra l'altro di una serata a casa dell'attore Vincent Perez (un suo ex), avenue Montaigne, a Parigi, nel febbraio 2004, dove "su 20 ospiti, almeno 4 avevano condiviso la vita con lei. Nel mondo meraviglioso di Carla Bruni si sorride dopo la sconfitta".

Fra gli amori di Carlà, alcuni vengono ricordati nella biografia, dall'attore Charles Berling al filosofo Raphael Enthoven (da cui ha avuto il suo unico figlio), dall'avvocato Arno Klarsfeld, figlio del celebre cacciatore di nazisti, al mito del rock Mick Jagger. L'arma della seduzione sembra che la Bruni l'abbia utilizzata anche con la stampa. Un giornalista che ha intervistato la cantante a casa sua per il suo primo album, ha raccontato alla Lahouri: "abbiamo fatto l'intervista lei allungata sul letto ed io seduto sul bordo".

Leggi tutto