Mel Gibson nella bufera: ha usato insulti razzisti

1' di lettura

Nuovi guai per la star di Hollywood che aggredito la sua ex compagna Oksana, con insulti ed espressioni razziste. Il tutto è stato registrato dalla donna su una cassetta che inchioda l'attore

Ennesima caduta di stile per Mel Gibson. Dopo le accuse della ex compagna Oksana Grigorieva di essere stata picchiata dall'attore, spuntano dei nastri in cui c'è la registrazione di una brutta litigata di coppia. Gibson avrebbe detto alla Grigorieva: "Se un gruppo di negri ti violenta sarà colpa tua". La frase ha fatto doppiamente scalpore: per la violenza nei confronti di Oksana e per il termine "negro" bandito negli Usa, come riporta Radaronline.

Secondo il sito di gossip, in possesso delle registrazioni, l'attore avrebbe pronunciato frasi volgari e insulti sempre più pesanti. Fino a minacciare Oksana di bruciarle la casa. Tra accuse e offese maleducate Gibson avrebbe fatto l'ennesima brutta figura. tanto più che avrebbe usato la parola "negro", vocabolo tabù per eccellenza negli Usa che non viene scritta o citata dai media e indicata come la "n word" (la parola con la n).

Leggi tutto