Il Marocco osanna il "blasfemo" Elton John

1' di lettura

Sfidando gli integralisti islamici, 40mila fan hanno partecipato al concerto della pop star a Rabat. L'evento musicale era finito al centro di polemiche per l'omosessualità del cantante e per alcune sue affermazioni su Gesù "gay superintelligente"

A differenza dell'annullato concerto d'Elton John all'ombra delle Piramidi quello in Marocco non solo s'è regolarmente tenuto, ma con una partecipazione ritenuta eccezionale. L'artista ha suonato per circa tre ore, aprendo il concerto con un ringraziamento per l'invito agli organizzatori del Festival.

40mila i fan della pop star britannica che, nella serata del 26 maggio, sono convenuti a Rabat, sfidando gli appelli del filo-islamico Partito della Giustizia e dello Sviluppo, che aveva invitato a boicottare il cantante dichiaratamente gay. Al centro delle polemiche, inoltre, il tema dell'omosessualità in Medio Oriente e la definizione di Gesù come un "gay superintelligente", di cui la star inglese aveva parlato in un'intervista rilasciata al sito web della rivista statunitense Parade.

Leggi tutto