Filippo Timi, lezione magistrale allo IULM

Filippo Timi alla presentazione di Come Dio Comanda
1' di lettura

L'attore sarà ospite dell'università milanese per raccontare il mondo della recitazione da un punto di vista privilegiato. La lezione sarà aperta al pubblico e visibile in streaming sul sito dell'ateneo

L'Università IULM di Milano, nell'ambito del suo Corso di Laurea Magistrale in Cinema, televisione e new media, ha organizzato sei incontri con professionisti del mondo dello spettacolo per altrettante lezioni magistrali, aperte al pubblico. Il primo incontro, martedì 25 maggio, in rappresentanza dell'imprescindibile professione dell'attore, sarà con Filippo Timi, interprete di film come Vincere di Marco Bellocchio e Come Dio Comanda di Gabriele Salvatores.

Nato nel 1974 a Perugia, Filippo Timi è uno dei più promettenti e brillanti attori della sua generazione. Interprete, ma anche regista e scrittore, è un attore nel senso più classico del termine. Prima di farsi conoscere al pubblico italiano attraverso il cinema, si è formato con un lungo e duro lavoro a teatro, dove ha sviluppato e potenziato la sua, innata, capacità di recitare dandosi completamente dal punto di vista fisico. Voce, corpo e viso diventano un unico guizzo nervoso, teso al raggiungimento di una potenza espressiva che riempie l'immagine dello spazio scenico, emozionando lo spettatore con tutta la propria profonda dimensione drammaturgica. Ed è proprio per queste sua costante tensione drammatica, che diventa quasi un obbligo etico verso lo spettatore, che Marco Bellocchio lo ha voluto in Vincere, per interpretare il doppio ruolo di Mussolini nei suoi anni giovanili e di suo figlio illegittimo Benito Albino. Lo stesso anno ha vinto ha ricevuto il premio Pasinetti per la sua interpretazione di La doppia ora di Giuseppe Capotondi e, in precedenza, per Gabriele Salvatores è stato Rino Zena, il feroce, fragile e amoroso padre di Come Dio Comanda, il film tratto dall'omonimo romanzo di Nicolò Ammaniti.  Timi ha segnato con la sua interpretazione anche Signorina Effe, il film di Wilma Labate sugli scontri sindacali nella Fiat del 1980 e ha lavorato con Giuliano Montaldo in I Demoni di San Pietroburgo. Tra gli autori che lo hanno diretto vanno ricordati anche Saverio Costanzo (In Memoria di Me), Ferzan Ozpetek (Saturno Contro) e Tonino De Bernardi.

L'incontro con Filippo Timi si svolgerà si svolgerà martedì 25 maggio, alle ore 14.30 nell'aula seminari dell'Università IULM in via Carlo Bo 1 a Milano e sarà visibile in streaming sul sito dell'università.

Leggi tutto