A Cannes è il giorno di Daniele Luchetti

1' di lettura

Applausi dalla stampa alla prima proiezione de "La nostra vita", l'unico film italiano che concorre per la Palma d'oro. Saranno presentati anche "Route Irish" di Ken Loach e "Fair game", unica pellicola americana in gara

L'ALBUM FOTOGRAFICO SU CANNES 2010


L'attualità è il leitmotiv sotteso alle pellicole in gara nella nona giornata del Festival di Cannes 2010. Ma il 20 maggio è soprattutto il giorno di Daniele Luchetti, perché il suo film "La nostra vita" è l'unica pellicola italiana in gara per la Palma d'oro. Il regista ha incentrato la sua attenzione sulle vicende di Claudio, giovane operaio romano, che resta vedovo con tre figli piccoli e cerca di superare il lutto, accumulando più denaro possibile. Conseguentemente arriverà a perdere di vista l'importanza dei rapporti umani e di un comportamento legale nonché morale. Luchetti sarà in serata sul montée de marche con l'intero cast, composto da Elio Germano, Raul Bova, Stefania Montorsi e Isabella Ragonesi.

E torna, il 20 maggio, anche uno dei cineasti più amati sulla Croisette come Ken Loach, che concorre con "Route Irish". Quella richiamata nel titolo del film è la strada più pericolosa al mondo: il percorso che conduce dall'aeroporto di Baghdad alla Green Zone. Nella pellicola Loach parla di guerra nel Paese asiatico e, in particolare, della figura ambigua dei contractors, mercenari pagati per presidiare le aree di conflitto. E il tema della guerra in Iraq ritorna anche nella terza pellicola in gara per la Palma d'oro. Si tratta del thriller politico "Fair game", unico film americano in concorso. Girato da Doug Liman, la pellicola annovera nel cast nomi d'eccezione come Naomi Watts e Sean Penn.


Festival di Cannes 2010, tutti i video

Leggi tutto