Heavy metal in lutto, è morto il cantante Ronnie James Dio

1' di lettura

Aveva 67 anni e da cinque mesi combatteva contro un tumore. Era stato la voce dei Black Sabbath dopo la cacciata di Ozzy Osbourne. Tanti commenti d'addio sulla sua pagina Facebook. E sul sito ufficiale la moglie scrive: "La sua musica vivrà per sempre"

“Il mio cuore si è spezzato, Ronnie è morto alle 7:45 del 16 maggio”. Ronnie James Dio, voce dei Black Sabbath, non c’è più. A darne notizia, attraverso un messaggio sul sito del cantante, è la moglie Wendy. Aveva 67 anni. È stato stroncato da un tumore, dopo cinque mesi di battaglia.

Ronnie James Dio, simbolo dell’heavy metal, era nato nel New Hampshire da una famiglia italoamericana. Il suo vero nome era Ronald James Padavona. Aveva iniziato a suonare da adolescente. Per il nome d’arte si era ispirato al gangster italoamericano Johnny Dio. Nel 1975 era arrivato al successo con i Rainbow, gruppo guidato dall'ex chitarrista dei Deep Purple, Ritchie Blackmore. Era poi passato ai Black Sabbath, dopo la cacciata di Ozzy Osbourne per problemi di alcool. Dopo varie vicissitudini e altri progetti musicali, la band si era ricostruita nel 2006 con il nome Heaven & Hell. Ronnie, che ha reso popolari le “corna del diavolo” (il saluto con l'indice e il mignolo alzati), aveva avuto anche una sua band, Dio. Nel 1983 avevano sfornato la canzone Holy Diver, un classico per le radio rock.

"Ronnie aveva una voce unica e meravigliosa. Si sentirà tristemente la sua mancanza nel mondo del rock and roll", ha detto Ritchie Blackmore. E in tanti, colleghi e fan, stanno lasciando post d’addio su Facebook. "Sappiate che voleva bene a tutti voi e che la sua musica vivrà per sempre", ha detto la moglie Wendy.

Leggi tutto