Morta Lena Horne, icona jazz e prima sex symbol di colore

Lena Horne, cantante jazz e prima sex symbol di colore di Hollywood, è morta a 92 anni (Ap)
1' di lettura

La cantante e attrice si è spenta a New York a 92 anni. In sessant'anni di carriera ha vinto molti premi, tra cui tre Grammy Awards. Riuscì ad imporsi ad Hollywood nonostante le discriminazioni razziali. "Sono una nera accettata dai bianchi", diceva

Hollywood perde la sua prima sex symbol di colore. Si è spenta a New York, a 92 anni, Lena Horne. Cantante jazz e attrice, è stata sulle scene per più di sessant’anni. A 16 esordì come corista al Cotton Club di Harlem, il leggendario locale jazz. Nel 1940 divenne la prima attrice nera ad ottenere un contratto a lungo termine con la major di Hollywood Mgm. La sua carriera, però, fu frenata dal clima di discriminazione razziale dell’epoca. Spesso le sue scene venivano tagliate, soprattutto negli Stati del Sud. L’idea di un’attrice di colore in qualsiasi ruolo che non fosse quello della servitù non era accettabile. Nonostante tutto, Lena Horne comparve in 16 pellicole e vinse tanti premi, tra cui tre Grammy Awards. Tra le sue interpretazioni più belle rimane la Selina Rogers del musical Stormy Weather. La canzone omonima è il suo capolavoro. Recitò anche accanto a Louis Armstrong in Due cuori in cielo e La città del jazz. Il suo one-woman show Lena Horne: the lady and her music, pluripremiato, fu replicato per oltre un anno tra Broadway e Londra.

Lena Horne era conosciuta anche per il suo impegno nella lotta contro le discriminazioni dei neri d’America. Ha partecipato a numerose manifestazioni in favore dei diritti civili, tra cui la marcia su Washington dell'agosto 1963 guidata da Martin Luther King. Qualche anno fa era tornata alla ribalta delle cronache per aver chiesto alla Abc di fermare il progetto di un film televisivo sulla sua vita. La prevista protagonista, Janet Jackson, era finita nell'occhio del ciclone per la vicenda del seno nudo mostrato durante il Super Bowl.

“Il segreto del mio successo? Ero unica – diceva Lena Horne –. Ero un tipo di nera che i bianchi potevano accettare. Incarnavo le loro fantasie”.

Guarda anche:
Lena Horne, la fotogallery

Leggi tutto
Prossimo articolo