In concorso a Cannes “una foto” dell’Italia odierna

1' di lettura

“La nostra vita” l’ultima fatica di Daniele Lucchetti, in concorso al rinomato festival del cinema francese, è un’istantanea del nostro Paese. Una pellicola dura e commovente con protagonista un magnifico Elio Germano

Elaborazione del lutto, paternità, il mondo della periferia dove non c'e' molta differenza tra extracomunitari e italiani, voglia di riscatto sociale e soprattutto la cultura del denaro che domina e cementa il tutto. “La nostra vita” di Daniele Luchetti, un mix perfetto tra La “Stanza del figlio” e un film di Ken Loach, porterà in Concorso a Cannes tutto questo e molto di più grazie al valore aggiunto di un Elio Germano più vero del vero.
 
"Ho cercato di avere lo stesso tipo di sguardo su tutti personaggi senza alcun cliché - spiega il regista -. Racconto, ad esempio, il proletariato non come si fa spesso al cinema, mettendo in luce la sua volgarità o dal punto di vista politico, ovvero con lo scopo di strumentalizzarlo. Detesto quei film che vogliono dimostrare qualcosa". Così  il regista parla del suo film che passerà a Cannes il 20 maggio, unico film italiano in gara, per poi arrivare in sala il giorno dopo distribuito dalla 01.

 Accanto al protagonista Elio Germano, un cast d’eccezione composto da Raoul Bova, Stefania Montorsi, Isabella Ragonese e Luca Zingaretti. Il calendario del festival, a sei giorni dall'inizio, è ora sul sito ufficiale di Cannes. Il festival si aprirà mercoledì 13 maggio sera con Robin Hood di Ridley Scott fuori concorso e si chiuderà il 23 con The Tree di Julie Bertuccelli, sempre fuori concorso.

Leggi tutto