Sabina Guzzanti porta “Draquila” al cinema

1' di lettura

Oltre mille persone hanno salutato con lunghi applausi la prima nazionale di "Draquila - L'Italia che trema", di Sabina Guzzanti, proiettato nella grande tenda situata in Piazza Duomo a L'Aquila nel cuore della zona rossa terremotata

TERREMOTO IN ABRUZZO: VAI ALLO SPECIALE

"Mi sento sollevata. Non mi aspettavo questa accoglienza al film", così la Guzzanti ha commentato l'entusiasmo degli aquilani alla proiezione della sua ultima fatica, “Draquila - l’Italia che trema”. In precedenza Sabina Guzzanti aveva risposto a Bertolaso il quale ieri, durante la presentazione a Roma di un libro su L'Aquila, aveva criticato il film "Draquila" affermando che non avrebbe fatto un buon servizio all'immagine dell'Italia. "Se Bertolaso dice - ha affermato la Guzzanti - che la mia è una verità vuol dire che riconosce che di verità ce n'è più di una sulle vicende dell'Aquila. Per Andreotti negli anni Settanta - ha aggiunto la Guzzanti - il neorealismo diffondeva un'immagine distorta dell'Italia nel mondo invece “Ladri di biciclette” ha fatto amare il nostro Paese in tutto il mondo. Non è sputtanando la corruzione - ha concluso - che facciamo un male al nostro Paese".

GUARDA IL TRAILER DEL FILM

Leggi tutto